Xylella, forum ambiente e salute: ‘La proposta di legge incentiva le speculazioni’

Il Forum ambiente e salute scrive a Vendola e Introna: ‘Tutelate tutti gli ulivi’

//LEGGE & ULIVI// Licenziata con voto unanime dalla Commissione agricoltura, tutela solo gli ulivi monumentali. Che una legge l’avevano già

di Redazione La proposta di legge licenziata con voto unanime dalla Commissione agricoltura del consiglio regionale vorrebbe tutelare le aree agricole colpite dal disseccamento degli ulivi e/o dalle misure di quarantena per il contenimento della Xylella, limitando il vincolo di ruralità, quindi di destinazione urbanistica, per 15 anni, ma solo a quelle dove insistono ulivi monumentali. Come ha già evidenziato il Tacco, le tutele per gli ulivi monumentali e le relative leggi, ci sono già, e questa proposta di legge, invece che evitare le speculazioni rischia di incentivarle. La proposta non piace al Forum ambiente e salute, rete di associazioni ecologiste e ambientaliste nato nel Salento, che scrivono al presidente di Giunta e Consiglio, oltre all’assessore all’Agricoltura Fabrizio Nardoni. “La Commissione agricoltura del Consiglio regionale ha varato all’unanimità una proposta di Lecce finalizzata a tutelare le aree agricole colpite dal disseccamento degli ulivi e/o dalle misure di quarantena per il contenimento della Xylella, limitando il vincolo di ruralità, quindi di destinazione urbanistica, per 15 anni, ma solo a quelle dove insistono ulivi monumentali. Peccato che la bozza della giunta regionale che prevedeva un vincolo generalizzato sia stata poi stravolta in termini riduttivi. Peraltro i terreni con ulivi monumentali godono già per questo di maggiori tutele; mentre sono tutti gli altri a dover essere ulteriormente preservati da tentazioni speculative edilizie. Già si segnalano alcuni casi dove i proprietari preventivamente abbattono ulivi in disseccamento, o “disseccati ad hoc”, allettati da prospettive urbanistiche generose. La limitazione del vincolo nella bozza della quarta commissione favorisce le ipotesi in tale direzione; comunque da un messaggio ambiguo nel senso del vincolo limitato solo ad alcuni terreni agricoli; mentre sugli altri……?! Il Consiglio Regionale per evitare tali ambiguità, che alimentano prospettive di valorizzazione edificatoria sui terreni coinvolti; per non incentivare involontariamente interventi illegittimi di preventiva e ingiustificata eradicazione; per impedire un ulteriore consumo del suolo agricolo, in cui la Puglia primeggia insieme al Veneto; per dimostrare che la tutela del paesaggio agrario voluta dal PPTR è perseguita coerentemente: si impegni ad estendere il vincolo di inedificabilità, accompagnato dalle misure a sostegno dei proprietari interessati, su tutte le aree coinvolte dal disseccamento degli ulivi e dagli interventi di quarantena”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Marilù Mastrogiovanni

Faccio la giornalista d'inchiesta investigativa e spero di non smettere mai. O di smettere in tempo http://www.marilumastrogiovanni.it/chi-sono-2/

Articoli correlati