I sindaci Guidano e Ozza

 

Taurisano e Ugento hanno riconfermato i sindaci uscenti Luigi Guidano (Margherita) e Eugenio Ozza (Alleanza Nazionale)

Taurisano e Ugento hanno riconfermato i sindaci uscenti Luigi Guidano (Margherita) e Eugenio Ozza (Alleanza Nazionale). Le giunte comunali sono già al lavoro e il caldo torrido di luglio muove verso altri approdi i crucci delle rispettive cittadinanze, già poco inclini alla partecipazione. Nell’intera provincia di Lecce l’affluenza alle urne è stata in media del 76,2%; agli ultimi due posti ci sono Taurisano (67,7%) e Ugento (63,5%). L’altro “prestigioso” primato per le due cittadine riguarda il numero di donne elette in Consiglio comunale: NESSUNA. Guidano e Ozza hanno vinto. Viva Ozza e Guidano! Il primo ha schiantato una concorrenza frammentata e piuttosto raccogliticcia con un 62,8% che non lascia spazio a dubbi. Diversa la situazione di Taurisano dove il centrodestra si è presentato con due candidature divise (Vinicio Galati e Santo Prontera) che hanno raccolto insieme il 51% contro il 49% di Guidano. Ma al di là dell’esito elettorale, ci si domanda quando questi due paesi del basso Salento, che distano tra loro 15 minuti di bicicletta, decideranno di reagire e darsi finalmente una svegliata. E mentre le marine di Ugento cedono alla cementificazione e al degrado, Taurisano si riscopre in piena emergenza criminalità e con un tasso di suicidi giovanili da paese nord europeo (vedi http://antoniomurzio.leonardo.it/blog/che_strano_qui_i_ragazzi_si_arrendono_alla_vita.html). L’augurio del Golem è che i cittadini di queste due splendide città riscoprano il loro orgoglio e vigilino sulle rispettive Amministrazioni esortandole ad una svolta.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Mario Maffei

Giornalista professionista

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!