DEA, ossigeno: bliz della guardia di Finanza

Un sequestro lungo quasi 12 ore per prendere la documentazione sul tubo non autorizzato

di Marilù Mastrogiovanni

LECCE. La Guardia di Finanza oggi ha acquisito i documenti relativi alla realizzazione della “bretella” improvvisata per portare l’ossigeno e l’aria sintetica dal Fazzi al Dea.

Le Fiamme gialle hanno sequestrato numerosi fascicoli presso gli uffici della direzione generale della Asl di Lecce, presso gli Uffici dell’Area patrimonio e presso gli Uffici dell’Area tecnica.

Hanno chiesto tutta la documentazione citata dal Tacco d’Italia, documentazione in nostro possesso e utilizzata per scrivere l’inchiesta a puntate sui lavori per la realizzazione del tubo dell’ossigeno e dell’aria sintetica, realizzati senza alcun progetto esecutivo approvato con determina o delibera dell’ente pubblico.

I lavori, che il Tacco ha documentato giorno dopo giorno, realizzati con la “scusa” dell’emergenza, in realtà come abbiamo ben illustrato nelle numerose e dettagliate puntate dell’inchiesta, sono lo step finale di un progetto che parte da lontano, ben prima della pandemia, volto ad affidare la fornitura dei gas medicali ad Air Liquide, come abbiamo dimostrato pubblicando le missive sia del direttore generale Rodolfo Rollo, sia delle direttrice amministrativa dell’ospedale Vito Fazzi Anna Rita dell’Anna, datate 6 e 11 dicembre 2019.

In tali missive, protocollate e in nostro possesso, si comunicava la volontà esplicita di estendere il contratto con Air Liquide ben prima della sua scadenza naturale (il 31 dicembre 2019) e di affidare alla stessa Air Liquide la fornitura dei gas medicali e la relativa manutenzione degli impianti, senza alcun bando di evidenza pubblica.

Il contratto con Air Liquide infatti, scaduto a dicembre, è stato prorogato 78 giorni dopo la sua scadenza.

La costruzione del tubo non autorizzato, ancora oggi privo del necessario nulla osta dei Vigili del Fuoco, ha consentito di trasformare il DEA, nato come ospedale indipendente rispetto al Vito Fazzi, in una costola del Fazzi stesso. La realizzazione del tubo in questo modo ha giustificato la scelta di “tirarsi dietro” tutti i contratti in essere tra la Asl di Lecce e la Air Liquide, aggirando i bandi pubblici.

Inoltre, come abbiamo ben illustrato in precedenza, la scelta di non utilizzare la centrale dei gas medicali del DEA, collaudata e funzionante, ha comportato con effetto immediato un danno erariale che abbiamo quantificato (per difetto) in 350mila euro: la centrale dei gas è ad oggi abbandonata, nuova di zecca, mai utilizzata; non si utilizza l’aria naturale filtrata ma l’aria sintetica che deve essere acquistata (mentre invece l’aria naturale è gratis); si è compromesso il collaudo degli impianti di gas medicali del DEA, in quanto con l’allaccio del tubo non autorizzato (chiamiamolo pure abusivo) la certificazione è saltata.

Non è stata misurata la pressione dell’erogazione dell’ossigeno in tutte le postazioni del DEA.

Fonti interne e certe riferiscono di una perdita di aria sintetica e di ossigeno e di una non omogenea emissione dei gas medicali in tutte le postazioni.

Un malfunzionamento che potrebbe provocare gravi danni alla salute dei pazienti ricoverati a cui ad oggi non è stato posto rimedio.

Ci auguriamo che con questo primo sequestro di documentazione si inizi a far chiarezza su quello che ormai ci pare evidente possa essere definito “l’affare DEA”.

TUTTE LE PUNTATE DELL’INCHIESTA

DEA Lecce senza ossigeno, la vergogna di Emiliano

15 Marzo 2020 – DEA di Lecce, un iter travagliato

16 Marzo 2020 – Ossigeno DEA: lavori in corso senza contratto (guarda le foto)

16 Marzo 2020 – Rollo scrive a Emiliano e conferma: lavori senza contratto

16 Marzo 2020 – M5S: il DG dell’Asl di Lecce Rodolfo Rollo faccia chiarezza

16 Marzo 2020 – Fratelli d’Italia: Emiliano faccia chiarezza sul DEA di Lecce

16 Marzo 2020 – TDM di Casarano: sul DEA di Lecce, carenze e fatti gravissimi

16 Marzo 2020 – Affaire DEA: anche Donato De Giorgi si appella a Emiliano

17 Marzo 2020 – DEA ossigeno, due serbatoi, lavori abusivi e nessun contratto

18 Marzo 2020 – FOTO, DEA ossigeno: proseguono i lavori senza autorizzazione

18 Marzo 2020 – Affaire DEA Lecce: la replica di Air Liquid

18 Marzo 2020 – Codacons Lecce: sulla vicenda del DEA, esposto in Procura

19 Marzo 2020 – DEA Lecce: l’impianto dell’ossigeno appena collaudato

19 Marzo 2020 _  Ossigeno DEA: Agevolare Air Liquide, il piano in una lettera

20 Marzo 2020 – DEA ossigeno: dubbi sulla certificazione antisismica

26 Marzo 2020 –  DEA, anche l’aria sintetica non è autorizzata

8 Aprile 2020 – DEA, ospedale Covid19, ma senza flussometri per l’ossigeno

10 Aprile 2020 – DEA Lecce, ossigeno a rischio: cedono i lavori del tubo

14 Aprile 2020 – DEA ossigeno, la Asl corre (maldestramente) ai ripari

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Marilù Mastrogiovanni

Faccio la giornalista d'inchiesta investigativa e spero di non smettere mai. O di smettere in tempo http://www.marilumastrogiovanni.it/chi-sono-2/

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!