IO CARE: l’impegno di Infocom contro il COVID-19

L’amministrazione comunale di Sabaudia (Latina) ha lanciato oggi un servizio di telemonitoraggio domiciliare per i suoi cittadini, scegliendo la soluzione tecnologica dell’azienda pugliese InfoCom Srl.

Il sistema, che integra software, app e dispositivi medici, si chiama IOCARE, e consente il monitoraggio continuo e domiciliare di parametri come temperatura, livello di ossigeno nel sangue, pressione, peso, glicemia, ecc.

Uno strumento che può risultare determinante in ai tempi della pandemia da Coronavirus, ma non solo…

Grazie a sistemi di chat, videochiamata, videoconferenza e scambio di file (anche esami clinici, scansione documenti cartacei e referti), il paziente può conferire col suo medico di base e con gli specialisti, ma anche con i propri familiari ed amici, contribuendo così al miglioramento dello stato psicologico di tutti, aspetto fondamentale in un momento che chiama tutti ad affrontare una difficilissima prova.

Il Comune laziale ha subito compreso le potenzialità della soluzione proposta dall’azienda leccese, anche grazie all’intuizione del coordinatore del Centro Operativo Intercomunale, Francesco Maria Ermani, stimato e riconosciuto Risk Manager con grande esperienza nella gestione di emergenze e scenari critici.

Per i residenti nei Comuni elencati, sarà possibile richiedere l’utilizzo completamente gratuito di IO CARE fino al 31/07/2020 compilando un semplice form.

In poco tempo il sistema viene attivato e l’utente può essere seguito dalla sua casa, senza alcun contatto fisico con il personale sanitario.

L’iniziativa nasce dal bisogno di far fronte ad un’esigenza venutasi a creare nel Comune di Sabaudia (LT) e che InfoCom, azienda con sede a Lecce con una ventennale esperienza in campo informatico, ha colto ed esaudito mettendo a disposizione il proprio software di telemonitoraggio. Per attivare la macchina sono stati sufficienti appena 3 giorni. L’interesse di tutti era infatti di iniziare a beneficiare immediatamente dei vantaggi offerti dalla soluzione, i quali sarebbero stati subito evidenti, potendo così rappresentare una best-practice da replicare in tante altre situazioni.

Le misure straordinarie adottate per il contenimento del contagio dal virus COVID-19 hanno reso evidente quanto possa essere prezioso disporre di una rete di telemonitoraggio domiciliare dei cittadini. Se poi questo può avvenire in modo semplice e alla portata di chiunque, senza l’intervento di personale tecnico o sanitario specializzato, ma attraverso il proprio smartphone, risulta ancor più evidente che l’adozione di un simile strumento non possa essere rimandata.

Finalizzato a valorizzare il ruolo centrale delle strutture sanitarie, territoriali, amministrative e di pubblica sicurezza. L’abbattimento degli spostamenti degli utenti e del personale sanitario riduce drasticamente il rischio di contagio, i tempi di rilevamento dell’insorgenza di un possibile problema e i tempi d’intervento. Incrementa notevolmente, invece, la disponibilità delle informazioni e la loro qualità, rispettando nel contempo tutti i requisiti di privacy che devono essere comunque garantiti, anche in periodi critici come quello che tutto il mondo sta vivendo.

 

Come funziona IO CARE?

IO CARE, grazie ad una notevole versatilità nella personalizzazione dei suoi componenti, rappresenta una soluzione ideale per rispondere a diverse esigenze: favorire le cure domiciliari e la deospedalizzazione, sviluppare prassi operative per il teleconsulto e la telemedicina, offrire ai Comuni l’opportunità di offrire servizi sociali e assistenziali a utenti costretti a casa, sostenere la Protezione Civile per il contrasto alla diffusione del COVID-19.

Punto di forza di IO CARE è infatti l’utilizzo semplice ed intuitivo: dal proprio smartphone, il paziente attiva il sistema che la piattaforma digitale gestisce in massima sicurezza e privacy.

Certa della bontà del sistema e con l’orgoglio di fornire il proprio contributo alle Amministrazioni, alle Strutture Sanitarie, alla Protezione Civile ed a tutte le persone costrette in casa, INFOCOM ha messo a disposizione IO CARE gratuitamente fino al 31/07/2020.

IO CARE è una sistema integrato per il telemonitoraggio domiciliare costituito da una piattaforma web in cloud che consente la raccolta e l’analisi dei dati e da un’App utilizzabile sullo smartphone della persona da monitorare. IO CARE, disponibile per smartphone e tablet con IOS o Android, ha come target di utilizzo pazienti di poliambulatori, operatori (medici, infermieri, OSS, caregiver) ed health corner (farmacie, ospedali, cliniche, ambulatori ecc.). Grazie a dispositivi Bluetooth di semplice utilizzo, il software consente al paziente, per esempio, di eseguire autonomamente le misurazioni in base al protocollo medico assegnato. Inoltre il dispositivo, oltre a consentire l’immediato invio in piattaforma dei parametri rilevati, permette di essere sempre in contatto con i familiari o con una struttura di assistenza. Inoltre, per chi non disponesse di dispositivi medici interfacciabili, i valori rilevati con il rilevamento manuale mediante i dispositivi medici disponibili, anche analogici (p.e. il classico termometro), potranno essere inseriti manualmente grazie all’App installata su smartphone o tablet.

 

Quali i vantaggi di IO CARE in questo momento di difficoltà?

In questa scenario IO CARE è la risposta all’emergenza COVID-19 perché:

  • È determinante per ridurre i rischi di contagio del personale sanitario;
  • Annulla la necessità di spostamenti per i controlli periodici;
  • Riduce drasticamente gli accessi impropri alle strutture sanitarie
  • Permette al paziente di curarsi e di sentirsi “sotto controllo” attorniato dagli affetti più cari e nella tranquillità del proprio ambiente familiare
  • è intuitivo, ha una grafica semplice e un infermiere virtuale selezionabile tra uomo e donna, che rassicura il paziente e lo guida nelle misure e gli ricorda quando è il momento di eseguirle;
  • La consultazione dei dati potrà avvenire tramite l’App stessa o tramite un accesso sicuro via web, utilizzando uno smartphone, tablet o PC. Per tutelare la privacy, ogni utente potrà avere accesso ai soli dati di competenza;
  • I parametri biometrici monitorati possono essere svariati, ma quelli inclusi in questa soluzione sono l’ossimetria e la temperatura corporea;
  • L’app consente la somministrazione di questionari per esplorare lo stato di salute generale del paziente e gli aspetti psico-fisici;
  • Ogni paziente può ottenere supporto psicologico da parte del personale specializzato di uno sportello di ascolto, attraverso telefono, videochiamata, videoconferenza e chat.

I dati rilevati sono quindi molto dettagliati, attuali e resi immediatamente disponibili a centrali di controllo, medici di base e specialisti che, accedendo alla piattaforma, potranno visionare le singole misure o gli andamenti degli utenti di competenza. E’ inoltre possibile gestire allarmi automatici quando i valori rilevati dovessero discostarsi dai range impostati dal medico, avvertendo così tempestivamente il personale in centrale operativa, il personale sanitario sul territorio, il medico di base, l’assistente dell’utente o anche più persone contemporaneamente.

I valori raccolti costituiranno una base dati preziosissima per l’analisi degli andamenti di una singola persona, di un gruppo, di una categoria o di una specifica area, con possibilità di trasferimento dei dati ai Sistemi Informativi Sanitari o a piattaforme GIS e di analisi dei dati. Questo consentirà di rappresentare la situazione in tempo reale o di realizzare un filmato dell’andamento nel tempo dei vari fenomeni.

Solo un sistema che pervada capillarmente il territorio e che sposti l’impegno delle misure sul singolo utente può consentire una tale mole di rilevamenti. Sarebbe infatti impossibile erogare un simile servizio per qualsiasi struttura, pubblica o privata. Inoltre, molte informazioni non potrebbero oltretutto essere gestite in regime di ricovero ospedaliero, anche se vi fossero strutture sufficienti ad accogliere tutti gli utenti. Questo perché alcune informazioni, come quelle relative alla localizzazione del paziente ed al suo stato psicologico nel suo ambiente naturale, di maggior confort e vicino ai propri affetti, possono essere significative solo quando sono raccolte in un ambiente: la propria abitazione.

Inoltre, la possibilità di chiedere all’utente informazioni sul suo stato di salute generale, sulle sue esigenze, sul suo umore e sullo stato psicologico, configura un vero e proprio sistema di monitoraggio intensivo distribuito. Ciò, non solo di parametri sanitari, ma anche di aspetti legati alla vita sociale e al benessere generare degli utenti che diventano così centrali, prendendosi costantemente cura di loro pur rimanendo in casa propria.

I servizi possono essere erogati anche ad utenti con residenza nel comune (che usufruirà di questa soluzione), ma momentaneamente o stabilmente domiciliati altrove, anche all’estero. Il comune in questo modo può prendersi cura dei propri cittadini indipendentemente dal luogo dove essi si trovino. D’altronde è proprio questo il principio del telemonitoraggio, della telemedicina: consentire il monitoraggio e l’erogazione di servizi indipendentemente dal luogo in cui si trovi l’assistito.

Infine, grazie al consenso del trattamento dei propri dati da parte dell’utente, questi potranno essere successivamente messi a disposizione di strutture che non sono presenti fin dall’inizio del periodo di avvio dell’iniziativa.

 

InfoCom: informazioni sull’azienda

Fondata nel 1995 da un gruppo di informatici provenienti dalla consulenza per la sanità, la pubblica amministrazione e le banche, Infocom Srl da oltre venti anni rappresenta un’eccellenza nell’ambito dell’ICT. Michele Buffo, CEO dal 2002, guida energicamente l’azienda salentina, tenendo Infocom costantemente all’avanguardia. «Il nostro obiettivo – racconta Buffo – è rappresentare un partner tecnologico sempre aggiornato, capace di affiancare le PMI, le industrie e gli enti pubblici, nell’ideazione, progettazione e realizzazione di soluzioni. Il nostro approccio parte dall’analisi delle esigenze del cliente e si completa con la definizione di strategie, prodotti e servizi personalizzati».

L’attenta guida dell’azienda, la costante osservazione del panorama tecnologico e dei bisogni emergenti, ha portato Infocom ad investire in ricerca e sviluppo, attivando collaborazioni strategiche con Università e Organismi di Ricerca pubblici e privati. La società ha saputo rendersi interprete del cambiamento che si è realizzato nel settore delle tecnologie informatiche, dedicando un’intera divisione allo sviluppo di applicativi per il web e per il mobile, creando soluzioni in ambito Healthcare & Wellness così come nel management delle relazioni in multicanalità. Proprio in questo ambito Infocom sviluppa e distribuisce “LeaderCRM” (Leader Customer Relationship Management) per la gestione, documentazione, analisi e reportistica delle relazioni con la propria clientela. LeaderCRM è integrato con il mobile in ambiente Android ed iOS, consentendo al personale (agenti, tecnici, informatori, consulenti) d’interagire con la piattaforma dal proprio device con estrema semplicità, ottenendo velocemente informazioni chiare e contestualizzate.

 

 

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!