Quarta caffè, aroma di novità

Quarta caffè, aroma di novità

L’azienda salentina prosegue lungo l’asse dell’“Innovare nella continuità”

 

Un nuovo barattolo, un nuovo sito, un nuovo calendario: Quarta caffè, uno dei simboli identitari più forti del Salento, chiude il 2017 con tante novità, all’insegna dell’“Innovare nella continuità”, un po’ claim, un po’ filosofia lavorativa.

Contenuti inediti e una grafica al passo coi tempi modernizzano un’azienda di tradizione antica (la prima torrefazione leccese, nucleo fondante, è nata negli anni Cinquanta), rendendo il portale vetrina privilegiata per prodotti come il nuovo barattolo, presentato a fine novembre scorso: un packaging ideale per le festività natalizie alle porte racchiude una confezione di miscela Barocco 100% Arabica con valvola “salva aroma”, per preservare al meglio le qualità del caffè.

E per contagiare il nuovo anno con lo stesso spirito attivo, il calendario 2018: attraverso 12 scatti ripercorre tutti i processi attraverso i quali il caffè raggiunge la nostra tazzina, in un viaggio lungo (l’arbusto cresce nei Paesi ubicati lungo la fascia tropicale) e complesso (numerosi sono gli step di controllo della qualità durante le varie fasi produttive). Ogni foto, corredata da una didascalia, mostra una fase: dall’estrazione del chicco di caffè dalla “drupa” (il frutto della pianta di caffè) a controlli come il cup testing, dalla tostatura al confezionamento.

Il calendario 2018 racconta in 12 scatti l’intero processo produttivo operato dai professionisti del caffè

Ormai una tradizione, il calendario Quarta, scaricabile gratuitamente dal sito dell’azienda, si fa racconto del caffè e del territorio insieme; nel 2016 la celebre tazzina bianca compariva tra i monumenti, naturali ed edificati, simbolo del Salento: piazza Duomo a Lecce, il Rivellino a Gallipoli, le pagghiare e i fichi d’india nelle campagne circostanti. Nell’edizione 2017, realizzata in collaborazione con WWF Salento e la delegazione leccese di FAI (Fondo per l’Ambiente Italiano), le fotografie di Bruno Barillari ci hanno accompagnato in un viaggio lungo tutta la Puglia, avente come filo conduttore la pietra, materiale naturale con peculiarità e utilizzi diversi in ogni angolo del territorio. I QR code collocati su tutte le pagine hanno raccontato la produzione e le curiosità intorno al caffè salentino per eccellenza.

Sfogliare le pagine del calendario Quarta significa respirare, mese dopo mese, la simbiosi che si è creata tra l’azienda e il territorio in quasi settant’anni di storia di una famiglia molto “allargata”.

 

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati