Le menti più potenti al mondo? C’è anche un ‘leccese’

//SCIENZA// Arriva la classifica di Thomson Reuters basata sulle citazioni delle pubblicazioni scientifiche. C'è Riccardo Valentini del CMCC di Lecce

Quali sono le migliori e più brillanti menti scientifiche del nostro tempo? A questa domanda trova periodicamente risposta una iniziativa della società Thomson Reuters che, utilizzando le proprie autorevoli piattaforme di pubblicazione di articoli scientifici, raccoglie in una classifica i nomi di più alto livello della ricerca mondiale. La lista nasce dall’analisi degli indicatori di InCites Essential Science, parte della piattaforma di Web of Science, e presenta più di tremila autori divisi in 21 aree di ricerca scientifica. Per ciascuna area, la classifica Highly Cited Researchers seleziona gli autori più citati e chiede a specialisti della rispettiva disciplina di giudicare quali scienziati, tra quelli indicati, ha prodotto ricerca scientifica di maggior utilità e valore. Nella lista finale degli scienziati, alla voce ambiente ed ecologia, figura il nome di Riccardo Valentini, che al CMCC coordina gli studi sugli impatti del clima sull’agricoltura, le foreste, gli ecosistemi terrestri (Divisione Iafent). Tutte le persone che sono menzionate nella classifica di Thomson Reuters, si legge nella raccolta, rappresentano il punto più avanzato e l’avanguardia della ricerca nei loro rispettivi campi, sono scienziati che realizzano e pubblicano lavori che i loro colleghi riconoscono di fondamentale importanza per l’avanzamento della scienza. Questi scienziati, quindi, sono senza dubbio da considerare le menti scientifiche più influenti del nostro tempo.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!