'Marechiaro' sigillato: ‘Abusivo’

Gallipoli. Parti delle strutture dell’esercizio commerciale sono state realizzate o innovate senza alcuna autorizzazione

GALLIPOLI – Suggestivo ma abusivo. Il ristorante “Marechiaro” di Gallipoli è finito nel mirino della Guardia costiera. Nel corso di alcune verifiche sul demanio marittimo effettuate nella giornata di ieri, gli uomini della Guardia Costiera, coadiuvati da due tecnici del Comune di Gallipoli che si sono occupati dell’effettuazione dei rilievi metrici, hanno posto sotto sequestro preventivo alcune opere appartenenti alla struttura ricettiva. Dai primi accertamenti i militari hanno rilevato che parti delle strutture dell’esercizio commerciale sono state realizzate o innovate senza alcuna autorizzazione. Al legale rappresentante della società amministratrice sono stati, pertanto, contestati il reato di occupazione abusiva di demanio marittimo, il reato di innovazioni non autorizzate in area in concessione ed il reato di realizzazioni di opere in assenza o in difformità del permesso di costruire ed in zone sottoposte a vincolo paesaggistico.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment