Minori non accompagnati. Capone: ‘Urgente una legge’

Roma. Il parlamentare salentino è tra i firmatari dell’appello rivolto al ministro Poletti e al sottosegretario Delrio

ROMA – E’ firmato anche da Salvatore Capone, parlamentare Pd del Salento, l’appello al Governo con la richiesta di incontro urgente al ministro Giuliano Poletti e al sottosegretario Graziano Delrio per individuare soluzione immediate tese ad affrontare adeguatamente il dramma dei minori stranieri non accompagnati che, con la ripresa degli sbarchi, arrivano nel nostro Paese. “Con la ripresa degli sbarchi nelle regioni del Sud Italia, in Sicilia, Calabria e Puglia – scrivono Sofia Amoddio, Paolo Beni, Salvatore Capone, Khalid Chaouki, Giuseppe Guerini, Maria Iacono, Antonino Moscatt, Luca Pastorino, Chiara Scuvera, Sandra Zampa, Giuseppe Zappulla – ancora una volta assistiamo con enorme preoccupazione all'arrivo di minori stranieri non accompagnati al seguito di adulti. Ciò continua ad avvenire in assenza di un sistema di accoglienza strutturato. È tempo invece che il nostro Paese esca da una logica emergenziale nella gestione di questo fenomeno, non solo perché ce lo impongono la Convenzione di New York e le regole della civiltà, ma anche perché le analisi sui flussi migratori ci confermano che si tratta di un fenomeno strutturato e permanente. Ciò che può variare, ormai, è solo il numero degli arrivi”. E ancora: “Non si possono più lasciare da soli i Comuni e le Regioni ad affrontare questa situazione, non si può esasperare la popolazione residente che, pure, continua ad essere capace di generosa accoglienza, non si possono abbandonare a sé stesse le comunità di accoglienza. Rivolgiamo un vero e proprio appello al governo e sollecitiamo un incontro urgente con il ministro Poletti e il sottosegretario Delrio, per individuare insieme soluzioni immediate. Ricordiamo inoltre che in Commissione affari costituzionali è depositata una proposta di legge sottoscritta da pressoché tutte le forze politiche presenti in Parlamento: la rapida approvazione di queste norme permetterebbe finalmente al nostro Paese di uscire da un’emergenza che non è più tale e di offrire una risposta strutturale al fenomeno dei minori stranieri non accompagnati”. Articoli correlati: Minori in fuga. Cala la qualità dell'accoglienza Migranti bambini. 426 in Puglia nel 2012

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment