Salento, mon amour

Oltre 80mila contatti alla settimana e commenti entusiastici da ogni angolo del mondo. Il portale di promozione turistica del Salento va. Eccome

Chi l’ha ideato, lo definisce “un pezzo di un più ampio progetto di marketing territoriale”. Per la precisione, è un progetto innovativo di visual marketing, sviluppato dall’associazione culturale Salentomonamour da un’idea di Bianca Passarelli. E’ il portale salenomonamour.com. Come dire: raccontare il Salento attraverso le immagini. Perché a volte non c’è bisogno di parlare. Bianca, perché un portale fotografico sul Salento? “Perché gli scatti fotografici fermano il tempo e colgono l'essenza della vera bellezza, energia e benessere che questa terra ci regala. L'incanto della natura, dell'arte, dei luoghi viene catturato da clic che riescono a suscitare emozioni. Proprio quelle emozioni che noi vogliamo condividere con chi ama la scoperta di nuovi paesaggi e sa cogliere la suggestione di una terra ricca di cultura, arte e tradizioni”. Come è organizzato il portale? “In modo da poter essere consultato da qualsiasi tipo di monitor (dal pc di casa, dal tablet, dallo smartphone); è una valida guida per chiunque voglia scoprire le suggestioni offerte dal Salento”. Ma il Salento non è raccontato solo attraverso le immagini… “Non solo. Oltre a immagini e testi del territorio, ampio spazio è dedicato a notizie relative a strutture ricettive, ristorazione, ai prodotti tipici della tradizione culinaria e all’enogastonomia locale. La promozione del portale e dei suoi contenuti avviene utilizzando al meglio le potenzialità offerte dal ‘social network marketing’. La redazione di Salentomonamour.com pubblica quotidianamente contenuti (immagini e testi) relativi a eventi culturali, sagre, feste patronali, e tutto ciò che riguarda eventi particolarmente rappresentativi del territorio, su 10 social netwoks su cui è presente il profilo di Salentomonamour.com. Queste azioni ci consentono di avere oltre 80.000 contatti medi/settimana e commenti entusiastici in guestbook da ogni angolo del mondo”. Qual è l’obiettivo alla base del vostro progetto? L’avete raggiunto? “Uno degli obiettivi che possiamo dire di aver raggiunto è quello di aver creato non solo un valido strumento di promozione per il territorio ( e per le aziende che hanno aderito al progetto), ma anche una rete di ‘teste pensanti’ con cui realizzare altri progetti ideati dall’associazione culturale Salentomonamour (degustazioni dei prodotti dell’enogastronomia locale in Italia e all’estero, ecc.). I prossimi impegni sono rappresentati dall’inserire in rete le traduzioni (già pronte) dei testi in inglese, francese, spagnolo, tedesco e russo, per facilitare ulteriormente la fruizione del nostro portale”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!