Godelli: turismo naturale a partire dalle Tremiti

Bari. L’invito lanciato dalla campagna è chiaro: “Segui la tua natura”. La proposta della Puglia su misura per milioni di “cercatori di natura”

BARI – Parte nei prossimi giorni, agli esordi della primavera, la campagna “FOLLOW YOUR NATURE” per la promozione turistica del Gargano e delle Isole Tremiti. L'avvio è sulla grande stampa italiana con le Isole Tremiti, le tre gemme verdi stagliate nel mezzo dell'Adriatico, una proposta turistica particolarmente adatta alle vacanze brevi di primavera. Si tratta di una iniziativa molto ampia, attivata da Pugliapromozione, che viaggerà anche su altri due fondamentali canali di comunicazione: i media internazionali specialistici per i target sportivi / turismo in natura e l'outdoor nelle principali città italiane. “Segui la tua natura” é il claim della campagna: una proposta per i milioni di “cercatori di natura”, una tipologia turistica che ha già fatto la fortuna di altre destinazioni italiane o internazionali e che oggi diventa un fortissimo strumento di attrazione sul nostro territorio. Gargano e Tremiti saranno poi protagonisti, insieme ad altre proposte regionali, anche della campagna “We are in Puglia”, on air in tutta Europa a partire dal prossimo Aprile, con un forte impatto mediatico nelle capitali europee collegate con la Puglia: Vienna, Monaco, Londra, Parigi, Berlino, Amsterdam, Zurigo, Bruxelles. Intanto, la prossima settimana la Puglia sarà presente alla Borsa Internazionale di Berlino, per consolidare e rafforzare la passione dei Tedeschi per il Gargano, dopo il premio che lo scorso anno i giornalisti della I.T.B. hanno riservato proprio al documentario girato sulle Tremiti. E a maggio sarà girata alle Tremiti anche una importante produzione cinematografica, e convergeranno così, su impulso della Regione, sia l’iniziativa di Pugliapromozione che quella della Apulia Film Commission.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment