Ex Massa, Adoc: ‘Ridiscutere il progetto’

Lecce. Oggi un incontro per trovare soluzioni alla costruzione di un centro commerciale sui reperti della Lecce storica

LECCE – L'area denominata Ex Massa a Lecce ha restituito, dopo gli scavi archeologici, preziosi reperti della Lecce quattrocentesca e le fondamenta ancora leggibili della chiesa di Santa Maria del Tempio, fondata al tempo dei Principi D'Enghien. Su questi scavi, l'Amministrazione, in project financing con la ditta De Nuzzo, intende costruire un centro commerciale con tre piani interrati di parcheggio per 500 posti auto. Un intervento che non piace al mondo della cultura, alle associazioni, agli intellettuali e nemmeno ai cittadini che lo considerano sovradimensionato e problematico, sotto il profilo storico-archeologico, urbanistico, commerciale ed in forte contrasto con la candidatura di Lecce a Capitale Europea della Cultura. Per approfondire questo tema e discutere il progetto insieme all'Amministrazione, l'Adoc provinciale di Lecce, associazione che aderisce al Comitato di Tutela dell'area archeologica ex Massa a Lecce, ha organizzato per le ore 18 di oggi un incontro pubblico presso l'Open Space di Palazzo Carafa. Il Tacco ha approfondito questo argomento attraverso un reportage nella zona dell’ex Massa.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!