‘Srl a un euro’. Puglia al quarto posto

Sono 793 le imprese guidate da under 35 nate nel 2013 per effetto del provvedimento, con una incidenza del 57,3% sul totale delle imprese registrate in quell’anno

Fare l’imprenditore? Se è semplice, è meglio. Lo dicono i dati relativi agli effetti del provvedimento “Srl a un euro”. La norma (legge 24 marzo 2012 n.27) divenuta pienamente operativa dal 29 agosto 2012, che ha permesso a chi avesse meno di 35 anni di costituire un’impresa con un capitale sociale inferiore ai 10mila euro e senza pagare le spese notarili, i diritti di segreteria dovuti alla Camera di commercio e l’imposta di bollo. Sono oltre 10mila in tutta Italia gli under 35 che, nel corso del 2013, hanno colto l’opportunità offerta dal provvedimento; 793 in Puglia. La nostra regione si è infatti piazzata al quarto posto a livello nazionale per numero di giovani che hanno deciso di approfittare dell’agevolazione e di lanciarsi nel mondo dell’imprenditoria; le nuove Srl hanno inciso per il 57,3% sul totale delle iscrizioni registrate nel corso del 2013. Il primo posto è di Lazio e Campania, con oltre 1.700 iscrizioni di Srl semplificate di under 35, seguite dalla Lombardia con 1.135. Terzo gradino del podio per la Sicilia con 964.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati