Uccide un cane: denunciato

Casalabate. Per scacciare un meticcio dalla propria abitazione, un uomo di 84 anni l’ha ucciso a bastonate. I carabinieri l’hanno deferito in stato di libertà

CASALABATE – La violenza contro gli animali è reato. Probabilmente L.N, classe 1930 non se ne sarà reso conto, ieri pomeriggio, quando a colpi di bastone ha deciso la fine di un meticcio che si era rintanato nel suo giardino. E’ accaduto a Casalabate. L’uomo, un pensionato con precedenti, nell’intento di scacciare l’animale dalla propria abitazione avrebbe inizialmente preso ad agitare un bastone nella sua direzione. Poi, come ha riferito lui stesso ai carabinieri della stazione di Squinzano, avrebbe iniziato a colpirlo con lo stesso bastone, fino a cavargli un occhio. Spaventato, avrebbe buttato il corpo nel campo vicino. Lì è stato trovato dai proprietari del terreno che prima hanno tentato di rianimarlo e poi si sono rivolti ad un veterinario. L’animale è morto sotto i ferri. I due soccorritori si sono rivolti ai carabinieri per denunciare l’accaduto. I militari, attraverso una serie di testimonianze concordanti di passanti e vicini, hanno quindi fermato l’anziano, che dopo qualche insistenza ha ammesso le sue responsabilità ed è stato denunciato in stato di libertà.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment