Hashish fuori dal finestrino. Due arresti

Gallipoli. I due giovani sono stati raggiunti dopo un rocambolesco inseguimento in cui hanno più volte tentato di mandare fuori strada le auto dei carabinieri

GALLIPOLI – All’alt dei carabinieri, lungo la strada statale 101 hanno dapprima tentennato nell’arrestare la marcia. Poi, quando sembrava che stessero accostandosi a bordo strada, hanno ripreso la corsa ad una velocità molto alta. Così i militari dell’Aliquota radiomobile della Compagnia di Lecce hanno cominciato ad inseguirli. Erano in due e viaggiavano a bordo di un furgone Fiat Iveco di colore azzurro. Durante l’inseguimento il furgone ha più volte tentato di speronare e di buttare fuori strada l’auto dei carabinieri. Intanto una seconda vettura era arrivata in suo soccorso. Ad un certo punto i due a bordo del furgone hanno cercato di liberarsi di un involucro di colore scuro lanciandolo dal finestrino. Così un’auto dei carabinieri si è fermata per recuperare l’involucro; l’altra ha proseguito la corsa per ulteriori 500 metri, vedendo volare sempre dal finestrino del furgone un secondo pacchetto uguale al primo. Finalmente i militari sono riusciti ad affiancare il furgone che ha più volte tentato di eseguire manovre spericolate per seminarli. Conducente e passeggero sono stati dunque identificati: si tratta di Fabrizio Serra, 30enne di Taviano, ed Alessandro Oltremarini, 28enne di Gallipoli (LE), entrambi con precedenti di polizia.

Fabrizio Serra

Fabrizio Serra

Alessandro Oltremarini

Alessandro Oltremarini Gli involucri lanciati dal finestrino sono sati recuperati con l’ausilio sia del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Lecce sia del Nucleo Cinofili della Guardia di Finanza di Lecce con il cane antidroga Valex, e grazie all’intervento di mezzi e personale dei Vigili del Fuoco di Lecce muniti di fari per illuminare l’ambiente. Al loro interno erano contenuti un totale di 13 panetti di hashish confezionati in cellophane, per un peso complessivo di circa 1,3 kg. Inoltre, nelle successive perquisizioni personali e domiciliari, sono stati rinvenuti addosso ad Oltremarini altri 3 grammi di hashish e la somma contante di 400 euro, nonché 10 grammi di marijuana custoditi sempre da Oltremarini presso la sua abitazione. I due giovani sono stati tratti in arresto per “detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente”, per “resistenza a pubblico ufficiale” per aver cercato, durante la fuga con il furgone, di speronare le auto dei Carabinieri. Al termine degli accertamenti, Serra e Oltremarini, difesi rispettivamente dagli avvocati Biagio Palamà e Angelo Ninni, sono stati associati presso la Casa Circondariale di Lecce su disposizione del magistrato di turno presso la Procura di Lecce, Carmen Ruggiero.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati