Scarlino torna alla guida dell’azienda

Taurisano. Revocata la misura cautelare nei confronti di Attilio Scarlino, lo ha deciso il Gip.

Taurisano. Attilio Scarlino è libero. Revocata la misura cautelare, a seguito della morte di un dipendente nei mesi scorsi. L’amministratore della società commenta così in una nota: “Come avevano già previsto i nostri legali nei giorni scorsi, ogni misura cautelare adottata nei miei confronti – in virtù di una decisione del Tribunale del Riesame dello scorso 17 dicembre – è stata revocata oggi con un provvedimento del GIP, d.ssa Antonia Martalò, e, pertanto, ritorno ad occuparmi dell’azienda ed a svolgere – con pieni poteri – il mio ruolo di amministratore unico del Salumificio Scarlino. Dispiace non aver letto la notizia sulle testate on line che con ben altra tempestività hanno, invece, sempre comunicato ogni provvedimento restrittivo adottato nei miei confronti o nei confronti dell’azienda, accompagnandolo – a volte – con interpretazioni prive di fondamento e, comunque, esagerate. Prendo atto con soddisfazione di questa decisione riponendo – come ho sempre fatto dal primo momento – massima fiducia nell’operato della magistratura con l’augurio che si arrivi al più presto a stabilire le cause che hanno determinato l’assurdo incidente che è costato la vita al nostro dipendente Mario Orlando, al cui ricordo tutto il personale del salumificio, la mia famiglia ed io personalmente rimarremo sempre legati”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment