Si scambiavano i kg di marijuana, 4 arresti

Lecce. Quattro arresti ieri in città per traffico di droga, la polizia li ha sorpresi mentre si scambiavano un chilo di marijuana

Lecce. Nel pomeriggio di ieri personale di questa Squadra Mobile, impegnato in mirati e specifici servizi di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, ha tratto in arresto in flagranza di reato Alessio Ciriolo, ventiduenne di Casarano, gravato da precedenti penali per reati contro il patrimonio, Davide Venuti, ventitreenne di Casarano, gravato da precedenti penali per detenzione e cessione illecita di sostanze stupefacenti e per reati contro il patrimonio, Maikol Pagliara, ventitreenne di Arnesano, gravato da precedenti penali per minacce, Valerio Pagliara, cinquantaduenne di Arnesano, gravato da precedenti penali per detenzione e cessione illecita di sostanze stupefacenti. I quattro uomini si sono incontrati nei pressi del bar Commercio sito in questa città, arrivando sue due autovetture distinte, una Matiz ed una Fiat Punto. Repentinamente gli occupanti della Punto, Valerio e Maikol Pagliara (padre e figlio), scendevano dall’autovettura e si avvicinavano all’autovettura Matiz occupata da Ciriolo e da Venuti, consegnando loro un grosso involucro di carta contenente marijuana del peso di circa un kilogrammo. Immediatamente i poliziotti sono intervenuti per bloccarli, ma ne nasceva un inseguimento in auto sulla via Adriatica, durato qualche minuto. Alessio Ciriolo scendeva velocemente dalla vettura per allontanarsi di corsa a piedi su via Orfano mentre le due autovetture si allontanavano verso le limitrofe vie cittadine. E’ stato poi raggiunto subito dopo dagli operatori e trovato in possesso dell’involucro contenente la sostanza stupefacente. Le autovetture con a bordo i concorrenti nel reato veniva inseguite e ricercate fino alla loro individuazione presso le rispettive abitazioni. Le perquisizioni effettuate hanno consentito di rinvenire all’interno dell’abitazione in cui è domiciliato Maikol Pagliara, a Surbo, trentanove cartucce calibro 38. D’intesa con il Sostituto Procuratore della Repubblica di Turno, Dott. Massimiliano 4 sono stati tradotti in carcere, mentre Maikol Pagliara, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!