De Benedittis crea per Gattinoni

Roma. Equilibrio precario è la nuova linea di gioielli che Gianni De Benedittis del brand futuro Remoto, oggi sfilerà a Roma per la Maison Gattinoni

Roma. Equilibrio precario è la nuova linea di gioielli che Gianni De Benedittis del brand futuroRemoto ha disegnato e creato per la collezione Couture Primavera Estate 2014 di Guillermo Mariotto della Maison Gattinoni, che domenica 26 gennaio, alle ore 12.00, sfilerà a Roma, nel cantiere del Nuovo Centro Congressi di EUR S.p.A., noto come “la Nuvola”, progettato dai grandi architetti Massimiliano e Doriana Fuksas. In questa perturbazione artistica, dominata da “la Nuvola di Fuksas”, le forme dei gioielli dialogano con i pattern della couture e con le architetture della struttura ospitante. Nei choker rigidi della nuova collezione di Gianni De Benedittis, lunghe linee di oro disegnano semplici forme sospese nello spazio. Must have nel dress code della prossima Primavera-Estate è il Golden chin cover, inedito choker con sottili rami di oro che, con eleganza, si dipanano dal collo in una sorta di rete che, oltre al mento, arriva quasi a coprire le labbra della donna, conferendole un supremo portamento. Leggeri volumi d’aria, segnati da puliti profili di oro, sono i bracciali, che circondano i polsi senza nasconderli. Irregolari contorni di nuvola restituiscono un piccolo oggetto di design, come l’anello Nefèle (dea delle nubi), uno dei tanti “manili” in oro che, con forme di vario tipo, prorompono nello spazio. Tra questi, anche gli anelli bouquet, dedicati alla sposa di oggi; “Addio fatidico lancio, ma fortunate coloro che lo ricevono!” gioielli novità che, distribuendosi su quattro dita, arrivano a ornare l’intera mano. Interessante la riproduzione di alcune cicogne e altri piccoli volatili, come moduli che si ripetono nella decorazione di gioielli e couture. Infine, tra i divertissement stilistici di De Benedittis, l’utilissimo anello etilometro, l’earring ear, un orecchino costituito da un orecchio al quale si appende un orecchino e l’anello “scarico di lavandino con tappo”, un ready made pronto a evocare l’importanza del contenimento, racchiusa nel detto popolare “Raccogli l’acqua quando piove”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!