Delegazione russa in visita a Lecce

Lecce. Il presidente Gabellone incontrerà a palazzo Adorno una delegazione di docenti della scuola convitto 42 di Mosca

Lecce. Incontro oggi a Palazzo Adorno, a Lecce. Il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone accoglierà una delegazione di docenti russi della Scuola Convitto 42 di Mosca, in visita nel Salento per uno scambio culturale con l’Istituto comprensivo ad indirizzo musicale 1° Polo di Leverano. La delegazione sarà accompagnata dal dirigente scolastico dello stesso Istituto Antonio Saponaro. Lo scambio culturale tra l’Istituto comprensivo 1° Polo di Leverano e la Scuola Convitto 42 di Mosca è stato organizzato con la collaborazione della Provincia di Lecce, del Comune di Leverano, del Gal Terra D’Arneo, dell’Istituto alberghiero e della ristorazione di Santa Cesarea Terme e della Banca di credito cooperativo di Leverano. Il progetto biennale è nato dalla necessità di conoscere nuove culture e nuovi popoli, con l’obiettivo di migliorare il sistema scolastico locale e promuovere, al tempo stesso, la conoscenza del territorio salentino. Dopo la visita dei docenti russi, ad aprile prossimo è in programma la “trasferta” di quelli salentini a Mosca. Lo scambio proseguirà il prossimo anno con la mobilità degli studenti. Il gruppo di professori provenienti dalla Russia è arrivato in Puglia sabato scorso e resterà nel Salento fino al 25 gennaio prossimo, partecipando ad un fitto programma di visite guidate ed iniziative culturali tra Lecce, Leverano, Santa Cesarea terme, Otranto, Copertino, Porto Cesareo.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment