Il timo, una pianta dagli usi molteplici

//LA LUPA CHE TESSE. Timo deriva dal greco Thimus che significa forza e coraggio. Ecco gli utilizzi di questa pianta versatile.

Di Tania Pagliara //LA LUPA CHE TESSE. Nel sondaggio sul Natale in Salento abbiamo riscontrato l’antica usanza di addobbare cespugli di timo con della frutta e di costruire il presepe con queste odorose piante di macchia. Vediamo ora le proprietà del timo, la sua simbologia e divinizzazione . In molti dizionari, compreso il ‘spiegazione etimologiche dei nomi generici delle piante’ di Alessandro De Thèis del 1815, timo deriva dal greco thymus – forza,coraggio, perché risveglia gli spiriti vitali con il suo balsamico odore. Già questo significato ne motiva l’uso durante il Natale, nato dalla festa pagana della nascita del Sol Invitto nel solstizio d’inverno. Gli antichi egizi lo usavano tra le erbe per l’imbalsamazione, il suo nome era thm o tham, molto simile al greco thymus o al salentino tumu, cio’ ci fa intuire che questi nomi abbiano tutti un’origine comune, da una lingua molto piu’ antica. Il timo è conosciuto sin dall’antichità per le sue proprietà terapeutiche, grazie alla presenza di un particolare fenolo, il timolo, è antisettico, antispasmodico, vermifugo. E’ stato usato fino al dopoguerra come disinfettante. Nell’antichità lo ricorda Plinio e Virgilio per le sue proprietà di tener lontani gli animali velenosi, anche i medici arabi lo consideravano un antiveleno. Questa caratteristica lo associa alle nostre divinità autoctone dalle qual deriva il fenomeno del tarantismo. La caratteristica di questa pianta è che è che cura anche le piante,per è soprannominata la spiga che cura le piante, per via della sua somiglianza ad una spiga di grano o ‘la spiga che cura la spiga’. Il timo riesce ad interagire anche con funghi patogeni, su questa caratteristica ho iniziato a fare degli accurati studi chimici per vedere come il timo entrava nei riti ergotici, se proprio grazie a questa proprietà fu usato, in tempi remoti ,per selezionare cereali(ed ergot) per i rituali. Nell’antica Grecia il timo era associato a Zeus e Dionisio. Per via del suo profumo veniva bruciato nei riti religiosi come incenso, il suo odore forte e penetrante era paragonato al respiro di Zeus. Nel mito di Arianna, le lacrime della giovane cretese ,abbandonata dal suo amato, si trasformarono in fiori di timo, fu il loro odore intenso e forte a richiamare Dionisio. Nell’antica Roma i guerrieri si cospargevano il corpo di acqua e timo per avere vigore e coraggio. La pianta era sacra a Mercurio. Nel medioevo il timo teneva lontano gli incubi. Questa pianta è stata inglobata anche nella tradizione cristiana. Secondo una leggenda tedesca Maria si riposò su un letto di timo durante la fuga dall’Egitto. Ancora oggi vengono fatti letti di timo per ricordare l’evento religioso.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!