Prima regata dell’anno

Otranto. Tutto pronto per la prima regata dell’anno, questa volta dedicata a Vittorio Bodini in onore del centenario della nascita

Otranto. I marinai sono poeti, sono melanconici, sognatori e visionari. I marinai salentini hanno la fortuna di avere come protettore un grande poeta, Vittorio Bodini, che ha cantato anche la loro terra e il loro mare ed è stato il primo e insuperato traduttore del “Don Chisciotte” di Cervantes. La gente di mare ha molto in comune con il visionario eroe Don Chisciotte, il quale combatteva contro nemici immaginari, sfidava il vento come fosse il suo peggiore nemico ma anche come il più fidato tra gli amici. Un sentimento di amore e odio verso il vento che chiunque può aver percepito con tutti i sensi all’erta, se anche solo per una volta nella vita abbia attraversato il Canale d’Otranto, quando è un poco arrabbiato e dimostra tutta la sua potenza. Perché il mare e il vento sono i più grandi misteri da cui i marinai sono avvolti, attratti, e grazie ai quali sono perennemente in cerca della rotta giusta per comprenderli, senza mai trovarla, come gli antichi esploratori, al di là delle più sofisticate attrezzature che hanno in dotazione per navigare. Per tutti questi motivi, e altri ancora, nell’anno del centenario della nascita di Vittorio Bodini, i regatanti del campionato “Più Vela per Tutti” hanno deciso di dedicargli la prima regata del 2014 per rendergli omaggio e salutarlo dal mare, in collaborazione con il “Centro Studi Vittorio Bodini” di Lecce. Abbiamo chiuso la prima parte del campionato del 2013 dedicando la regata Otranto-San Foca alla battaglia ambientalista NO TAP, imbarcando i vessilli No Tap per dare il nostro sostegno a tutti i volontari che da mesi difendono come paladini la delicatezza del mare. Con lo stesso spirito donchisciottesco, le barche a vela di “Più Vela per Tutti” domenica 12 gennaio imbarcheranno le parole leggere di Bodini, perché ci accompagnino nel giro della boa, ai piedi della terra che il poeta ha amato e odiato, come tutti i veri melanconici. Al termine della regata, durante la premiazione sarà presente la figlia ed erede del poeta, Valentina Bodini, accompagnata dal sindaco di Otranto Luciano Cariddi. La regata dedicata a Bodini è la prima manifestazione dedicata al poeta in questo 2014, che sarà un anno ricco di iniziative per ricordarlo.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment