Pensionato con 5 kg. di marijuana: arrestato

Nardò. I militari lo hanno sorpreso con 5 kg di marijuana, si tratta di un pensionato di 73 anni leccese

Nardò. I militari della Stazione di Nardò hanno hanno arrestato Salvatore De Bitonti, 73enne pensionato leccese, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Le indagini portate avanti dai militari della Stazione erano iniziate da parecchio tempo da quando l’anziano, già in passato pregiudicato per reati in materia di stupefacenti, era stato rivisto in giro per la città neretina. A seguito di passate vicende giudiziarie, l’anziano si era ormai trasferito a Lecce, forse volendo sfuggire ad una cittadina che ormai lo conosceva quale pregiudicato. Il suo “rientro” in città, notato dai militari, è stato seguito da numerosi servizi al fine di comprendere il motivo del ritorno, non giustificato. Dopo aver monitorato il soggetto ed i suoi spostamenti, sempre più sospetti, per circa 2 mesi, nella tarda mattinata odierna è scattata la “trappola”. Durante un controllo della circolazione stradale, infatti, l’uomo è apparso immediatamente molto nervoso alla vista dei militari i quali, vistolo in quello stato, hanno immediatamente pensato che nascondesse qualcosa. Scattata la perquisizione del veicolo, nel bagagliaio i militari hanno potuto rinvenire cinque panetti di marijuana del peso di 1 kg circa l’uno per un totale di oltre 5 kg di sostanza stupefacente. Tutti i panetti apparivano ricoperti da una pellicola di cellophane trasparente. I carabinieri hanno quindi potuto capire il motivo del rientro in città dell’anziano signore: evidentemente è rientrato nel giro dello spaccio di stupefacenti della città neretina e, approfittando della sua veneranda età e del suo essere quindi insospettabile ma anche sperando di non essere riconosciuto dopo i tanti anni passati a Lecce si era trasformato in corriere della sostanza stupefacente. La perquisizione domiciliare, effettuata sia nell’abitazione di Lecce che in un piccolo monolocale del pregiudicato, in località S. Maria al Bagno, e che utilizza come punto di appoggio quando si trova a Nardò, ha permesso di rinvenire due bilancini di precisione nonché il rotolo di cellophane utilizzato per racchiudere la sostanza stupefacente. Quanto rinvenuto è stato posto sotto sequestro e l’anziano, su disposizione del P.M. di turno, Dott. Giuseppe Capoccia, è stato associato presso la Casa Circondariale di Lecce.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment