Cofidi, erogati 54 milioni di euro

Bari. In 10 mesi Cofidi Puglia ha erogato 54 milioni di euro in garanzie, i dati sono emersi da un convegno che si è tenuto pochi giorni fa

Bari.In 10 mesi COFIDI Puglia ha erogato circa 54 milioni di euro di garanzie di cui il 60% per investimenti: è uno dei dati emersi nel corso del dibattito che si è tenuto a Bari, sul tema “La posizione delle Associazioni sul credito, le politiche e gli strumenti di garanzia. Il ruolo del Fondo Centrale di Garanzia”, organizzato da COFIDI Puglia per analizzare il particolare e difficile momento economico che si riflette sulle imprese e sul sistema finanziario dei confidi. “L’interesse nazionale e’ facilitare l’accesso al credito delle imprese, dobbiamo aiutare di piu' i confidi che lo fanno meglio”, ha sottolineato Salvatore Vescina, componente del Comitato di Gestione del Fondo di garanzia per le PMI UVAL – Unità di Valutazione degli Investimenti Pubblici Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica – Ministero dello Sviluppo Economico. “I confidi non sono tutti uguali, ci sono quelli che lavorano bene e quelli che lavorano meno bene”, ha aggiunto Vescina “ma le politiche pubbliche non devono trattare tutti allo stesso modo, perche’ altrimenti continuiamo a tenere in piedi quei soggetti che non lavorano bene e penalizziamo quelli che lavorano bene”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment