Da Lucugnano a Castro con percorsi letterari

Lucugnano. A Palazzo Comi e a Castro tra percorsi letterari e miti Virgliani e grandi suggestioni

Lucugnano. Discovering Puglia e il Parco Costa Otranto Santa Maria di Leuca – bosco di Tricase presentano “Un the a casa Comi: preghiera dell’8 dicembre” e “La rocca di Castro”. Due eventi gratuiti che si svolgeranno domenica 8 dicembre e promettono grandi suggestioni. Il primo avrà come cornice una residenza nobiliare del XIX secolo, Palazzo Comi a Lucugnano, che non è solo un bell’esempio architettonico, ma è custode di storia cultura e arte. Qui ci sarà la proiezione di un filmato per far conoscere ai visitatori la figura del poeta Girolamo Comi ed un percorso letterario guidato da Giuliana Coppola. La mattinata continua accompagnati dal dott. Francesco Minonne, biologo del Parco per visitare il frantoio dell’azienda agricola Agostinello, dove un’ottima degustazione di olio novello allieterà i palati dei partecipanti. Il ritrovo è previsto presso la Biblioteca G. Comi di Lucugnano alle ore 10:00 del mattino. (Per prenotazioni e info: 328.7253222) Doppia opzione per chi, complice il profumo della salsedine e un panorama mozzafiato vuole rivivere l’epopea virgiliana tra mito e storia: la fuga di Enea da Troia in fiamme e lo sbarco sulle coste salentine che ospitavano l’antico tempio dedicato a Minerva. Assieme alle guide della cooperativa Ulisside è prevista una passeggiata lungo le mura di cinta del Castello Aragonese di Castro. Sarà poi possibile scoprire i segreti del sistema difensivo di torri, di cui l’imponente edificio castrense fa parte e addentrarsi nel cuore del Castello percorrendo alcune delle sale più belle, aperte al pubblico. L’incontro è previsto il Piazza Perotti a Castro alle ore 10:00 (per prenotazioni e info: 328.8720491)

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!