Primi preparativi per la Brindisi-Corfù

Brindisi. Si comincia già a pensare all'edizione 2014 della storica regata tra l'Italia e la Grecia

ph: Giovanni Evangelista Brindisi. E’ già in moto la macchina organizzativa per l’edizione 2014 della Regata Internazionale Brindisi-Corfù, che nel 2015 compirà 30 anni. Ma nel 2014 la regata coinciderà invece con le manifestazioni ed il programma di “Brindisi Città europea dello Sport”, e ne rappresenterà uno degli eventi centrali. Sono molte le idee nuove in cantiere, e certamente gli equipaggi avranno modo di approfittare anche della concomitanza con il Negroamaro Wine Festival oltre che di un lungomare con il restyling già completato, che rappresenta la base ideale per la flotta della Brindisi-Corfù. Quindi un clima festoso, rilassante, prima della 104 miglia per Kassiopi, dove al traverso del porticciolo nel nord dell’isola di Kerkyra si trova la linea di arrivo. Partenza fissata per ore 13 dell’11 giugno 2014 dall’imbocco dell’avamporto di Brindisi, e premiazione la sera del 13. Il Circolo della Vela Brindisi prenderà contatto nelle prossime settimane con i partner greci per mettere a punto anche la fase della manifestazione sull’isola, dove la flotta sarà ospitata nel Marina di Gouvia. La giornata della partenza sarà preceduta, la sera del 10 alla scalinata virgiliana, dalla cerimonia di benvenuto agli equipaggi e da iniziative di intrattenimento di vario genere. Allo studio molte iniziative anche da parte degli sponsor territoriali della regata.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!