Sedici ore no stop di pane a volontà

Lecce. Tanto pane e forni aperti per 16 ora questa sera in piazza Sant’Oronzo per ‘Pane in Piazza’

Lecce. Questa sera stand aperti dalle 10 fino a mezzanotte per la sesta edizione di pane in piazza. Il profumo inebriante del pane caldo, appena sfornato, continua a invadere piazza S.Oronzo a Lecce in questo lungo ponte di Ognissanti. Turisti e visitatori giunti in città per l’occasione, stanno prendendo d’assalto in queste ore gli stand di “Pane in piazza”, a conferma del grande appeal della manifestazione promossa, per il sesto anno consecutivo, da Confartigianato Imprese Lecce, Associazione Panificatori Salentini e Associazione Pasticcieri Salentini e organizzato da Eventi Marketing & Communication con il patrocinio di Camera di Commercio di Lecce, Città di Lecce e Provincia di Lecce e la collaborazione degli studenti dell’istituto alberghiero “Columella” di Lecce. Dopo le prime due giornate ricche di iniziative, il Laboratorio artigianale del pane e dei prodotti tipici da forno propone oggi una programmazione no-stop di 16 ore: dalle 10 del mattino fino alle 2 di notte, si potranno assaporare svariati prodotti a base di farina di grano duro: ciabattine con mortadella, filoni con olive leccine, “pizzi”, focacce e pizze farcite, fino al rustico “light” realizzato con una speciale sfoglia a base di semola rimacinata, che lo rende ancora più gustoso. Le degustazioni saranno accompagnate come sempre da dimostrazioni di panetteria per imparare l’arte antica dei fornai locali, secondo i rigorosi canoni adottati dall’Associazione panificatori salentini (Aps). “La ‘merenda’ del panettiere, dolce o salata che sia, è quanto di più sano, genuino e gustoso potete offrire ai vostri figli”, dice il presidente di Aps, Claudio Tridici. “Tutti i nostri prodotti – aggiunge – sono freschi, realizzati con ingredienti naturali nel rispetto della tradizione e assolutamente senza l’aggiunta di additivi chimici”. Quest’anno, inoltre, “Pane in piazza” offre la possibilità di assaporare le tipicità dolciarie a marchio “Dolce in Salento”, grazie alla collaborazione dell’Associazione pasticceri salentini diretta dal maestro Luigi Derniolo. I più golosi non potranno resistere al profumo del pasticciotto leccese appena sfornato, delle “bocche di dama” o delle “monachine” ripiene di crema pasticcera. Dalle 22.30 in poi, saranno sfornati anche cornetti caldi con crema, cioccolato, nutella e marmellata. Si ricorda, infine, che parte del ricavato dell’evento (che si concluderà domenica 4 novembre) sarà devoluta all’associazione Bip Bip Onlus per la prevenzione dei traumi cranici e spinali e a Telethon per la ricerca sulle malattie genetiche. Obiettivo della manifestazione è come sempre quello di evidenziare le proprietà qualitative, naturali e tipiche delle produzioni salentine, esaltando e rafforzando la conoscenza della cultura della “panificazione artigianale” e del mangiar bene e soprattutto “sano”. Il pane è frutto di saperi antichi e di un’alchimia di elementi: terra, acqua, aria, fuoco, mani, pazienza. “Pane in piazza” ne racconta le molteplici manifestazioni, la creatività e le tradizioni, proponendo al contempo una riflessione pratica e concreta su un’alimentazione corretta e consapevole.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!