Tap, si allarga il fronte del no

Melendugno. Altri comuni sono pronti a dire no al gasdotto, intanto Lizzanello ha già deliberato.

Melendugno. Altri tre Comuni del Salento stanno deliberando il no al gasdotto Tap. A breve risponderanno anche Soleto, Cavallino, San Cesario e Vernole. Nei giorni scorsi Lizzanello ha aderito all’iniziativa con una delibera in merito, sottoscrivendo il suo rifiuto per il mega gasdotto. “La posizione del Comune – ha confermato il sindaco Costantino Giovannico – fosse già stata più volte espressa nel corso di incontri pubblici. La popolazione non vuole questo gasdotto, che rischia di danneggiare una delle zone più belle del Salento. E’ preferibile valutare la proposta di spostare l’approdo in siti a vocazione industriale come Cerano”. Infatti si continua a discutere sulla riconversione di Cerano proprio su proposta dell’esponente del Pd Sergio Blasi. L'idea sarebbe quella di definire la centrale brindisina come approdo finale del gasdotto riconvertendo così la centrale da carbone a gas.

Leave a Comment