Ginnastica maschile. La Delfino ai nazionali

Castellamare di Stabia. Per la prima volta ben tre ginnasti hanno calcato il campo di gara del Campionato interregionale di specialità

CASTELLAMARE DI STABIA – Il cammino della squadra di artistica maschile della Asd Delfino di Lecce continua: per la prima volta ben tre ginnasti calcano il campo di gara del Campionato interregionale di specialità. Accompagnati, sia pure a distanza, dal tifo di tutti gli oltre 250 ginnasti del Delfino, oltre che dai tanti appassionati che ormai seguono con crescente interesse ed affetto la vicende degli agonisti, Gabriele Palma, Giuseppe De Giorgi e Andrea Capoccia hanno fatto ufficialmente il loro ingresso nel mondo dei “grandi”. Consapevoli della difficoltà dell'appuntamento che li aspettava, ma intenzionati ad esibire tutta la grinta possibile, Saverio Martina ed i suoi ragazzi hanno difeso con onore i colori della pur giovane ginnastica leccese, guadagnando un risultato davvero inaspettato: l'ammissione alla finale nazionale che si disputerà a Carate il prossimo 15 dicembre. Emozioni a mille per Gabriele (6° sia al suolo che al volteggio) e Giuseppe (5° al suolo e 4° al volteggio), entrambi “passati” sia al suolo che al volteggio. Un pizzico di delusione per Andrea che, bronzo al suolo in regione, si è visto sfuggire la finale per soli 10 centesimi di punto (piazzandosi 7°), meritando però l'ammissione al volteggio (5°).

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment