Blasi, riconvertiamo Cerano con Tap

Bari. Il consigliere regionale chiede che Cerano e il carbone venga riconvertito grazie a Tap

Bari. Liberiamoci del carbone, ma soprattutto di Cerano. Sergio Blasi continua la sua battaglia contro le fonti di approvvigionamento energetico di natura fossile. La sua idea è quella ti trasformare Cerano grazie a Tap. Si legge nella sua nota: “Liberiamoci dal carbone a Cerano. Per quanto dispendiosa in termini di denaro, questa grande opera consentirebbe un enorme risparmio in termini di salute – e di sanità – per i cittadini delle province di Brindisi e di Lecce. E sono certo che grazie a una ferrea volontà politica il Governo e la Regione saranno capaci di reperire i fondi per contribuire alla riconversione. Penso – conclude – anche che il percorso di coinvolgimento delle popolazioni locali messo in campo dalla Giunta regionale sia innovativo dal punto vista della progettazione partecipata delle infrastrutture e che, seppur non vincolante, il parere del comitato Via regionale (che sarà costruito anche grazie ai risultati della consultazione popolare) avrà un peso specifico considerevole nella decisione ministeriale in merito alla Via e più in generale nel rapporto che il nostro Paese terrà con Tap e le altre aziende che da quest’opera realizzeranno enormi guadagni. Speriamo non sulla pelle del territorio”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!