Camerata musicale salentina: si parte alla grande

Lecce. Inizio in grande stile per la Camerata Musicale Salentina, che il 21 ottobre ha inaugurato la sua 44° Stagione con un bellissimo concerto.

di Fernando Greco L’ANELITO ALL’INFINITO Il maestro Luigi Piovano, primo violoncello solista dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia nonché concertista di fama internazionale, ha incantato la platea nell’esecuzione del Concerto per violoncello e orchestra op. 129 di Robert Schumann (1810 – 1856). Sonorità accattivanti hanno trasmesso intatto lo spirito squisitamente romantico del brano: con quella fascinosa e malinconica cantabilità che è prerogativa essenziale del suono del violoncello, il solista si è fatto portavoce di quel tormentato “anelito all’infinito” (per dirla con Massimo Mila), dipanando con formidabile espressività i molteplici temi melodici che caratterizzano questo concerto, non a caso definito dal suo autore “pezzo per violoncello con accompagnamento orchestrale”. Dal canto suo, l’Orchestra della Magna Grecia diretta dal maestro Piero Romano si è disimpegnata con insolito rigore formale e intensa partecipazione emotiva, anche nella concitata ouverture della “Luisa Miller” che ha aperto la Stagione nel segno del 200° anniversario della nascita di Giuseppe Verdi (1813 – 1901), e nella baldanzosa suite del balletto “Il lago dei cigni” di Chajkovskij (1840 – 1893). Originale l’idea di proporre il bis non al termine del concerto solistico, come succede di prammatica, ma alla fine della serata: simpaticamente Luigi Piovano ha spiegato al pubblico che, siccome dell’intenso e triste “Lago dei cigni” erano stati eseguiti solo momenti festosi, per pareggiare i conti con la drammaticità si sarebbe eseguito come bis “Il cigno” di Saint-Saens. Anche in quest’ultimo brano è stato ragguardevole l’affiatamento tra l’orchestra e le delicate sonorità dello strumento solista. IL CARTELLONE DI NOVEMBRE La 44° Stagione della Camerata Musicale Salentina si protrarrà fino a maggio con un caleidoscopico Cartellone formato da ben 19 spettacoli. E di certo ce n’è per tutti i gusti. Il prossimo appuntamento sarà il 18 novembre: sul palcoscenico del Politeama si esibirà il pianista Giuseppe Albanese, primo premio al “Vendome Prize” nel 2003, alle prese con un recital solistico dopo che, il 15 novembre, avrà suonato il Concerto di Schumann con l’Orchestra Tito Schipa. Il 23 novembre sarà la volta di Beatrice Rana, gloria del nostro Salento, ormai una certezza in ambito internazionale dopo la vittoria alla “Montreal International Music Competition” nel 2011 e la medaglia d’argento conseguita quest’anno nel prestigioso “Van Cliburn”. La giovane pianista eseguirà il Terzo Concerto di Prokofiev con l’Orchestra Tito Schipa. La programmazione di novembre terminerà il 27 con un cambio di rotta nel segno della musica pop d’autore: l’Orchestra della Magna Grecia tornerà a Lecce in compagnia di Enrico Ruggeri e Karima, giovane talento vocale premiato dalla critica giornalistica durante l’edizione 2006 dello show televisivo “Amici” di Maria De Filippi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!