Adoc, Lecce ancora senza consulte comunali

Lecce. Da tempo chiedono a gran voce l’istituzione delle consulte senza risposta, oggi hanno scritto al presidente del consiglio comunale affinché si adoperi

Lecce. Consulte comunali mai avviate. A denunciarlo Adoc Lecce che scrive al presidente del consiglio comunale e capigruppo. “Le Consulte sono istituti fondamentali per la vita democratica della città, fanno sapere, tanto che lo Statuto vedeva in queste gli organismi fondamentali di partecipazione e di consultazione della cittadinanza attiva e dava centralità ad esse proprio per favorire e promuovere e valorizzare le libere forme associative”. “L’Amministrazione, ma sarebbe meglio dire la Città tutta, si sta privando di contributi fondamentali di competenze, di pensiero, di riflessione che nella società civile leccese sono già maturi, ma che non riescono a trovare spazi e luoghi democratici ove esprimersi. Le amministrazioni di altri Comuni, invece, che, nel momento delle scelte, riescono a giovarsi di un tale apporto da parte delle associazioni attive sul territorio, fanno molto di più della nostra, che ciecamente decide di privarsi di tale apporto”. Adoc ha così scritto al Presidente del Consiglio Comunale Alfredo Pagliaro, ai Capigruppo di maggioranza e opposizione e al Presidente della Commissione Istituti della Partecipazione, Paolo Cairo, affinché si attivino urgentemente. “La nostra città,concludono, non può più aspettare: si dia attuazione allo Statuto, si attivino immediatamente le Consulte Comunali!”

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!