Questa sera chiude “Suoni della memoria”

Lecce. Chiuderà sta sera la manifestazione “Suoni della memoria” voluto dal ministero per gli affari regionali per la salvaguardia del patrimonio sonoro

Lecce. “Suoni della memoria” si concluderà questa sera al convitto Palmieri in San Francesco della Scarpa. Il pregetto finanziato dal ministero degli affari regionali ha favorito il recupero di molte tradizioni musicali non solo nel Salento ma in molte parti d'Italia. Si comincerà con la presentazione della postazione dell’archivio sonoro locale, allestito nella sala catalogo della Biblioteca Provinciale “Bernardini”, che prevede quattro punti ascolto da cui sarà possibile fruire dell’archivio sonoro, oltre che del collegamento con il portale Suoni della Memoria realizzato dal Comune di Terni. L’archivio sonoro sarà supportato anche da un fondo librario, realizzato attraverso l’acquisizioni dei titoli più significativi riguardanti l’argomento delle tradizioni sonore delle aree coinvolte nel progetto. Subito dopo, spazio al convegno di approfondimento sui contenuti del progetto “Suoni della Memoria”. Nell’occasione sarà presentato anche il documentario, realizzato da Antonio Gigante, che raccoglie i materiali video relativi alle manifestazioni realizzate nell’ambito del progetto nei differenti territori coinvolti. La prima parte del programma si concluderà (ore 20) nell’attigua chiesa di San Francesco della Scarpa con una rassegna e degustazione delle più antiche tradizioni gastronomiche del Salento, a cura di Coldiretti Lecce, che coinvolgerà le aziende e i prodotti di “Campagna Amica”. Il momento più suggestivo della giornata sarà il “Gran concerto sulle tradizioni”, previsto per le ore 21, sempre a San Francesco della Scarpa. Si tratta di una produzione originale, appositamente pensata per il progetto Suoni della Memoria, in grado di restituire, in un intreccio di suoni e melodie del tutto originale, la ricchezza e articolazione delle tradizioni delle regioni coinvolte, rivisitate in una chiave spettacolare, al fine di accentuarne il valore espressivo nella dimensione di un concerto. Da qui l’idea di coinvolgere, sulla base di un’orchestrazione unitaria, le migliori espressioni della nuova musica popolare delle diverse aree coinvolte dal progetto, e musicisti che spesso, in qualità di ricercatori, hanno anche fatto confluire i risultati delle loro ricerche all’interno dell’Archivio. “E’ un progetto che ha favorito il recupero, spiega l'assessore Manca, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio immateriale di tradizioni musicali e orali e come Provincia di Lecce abbiamo voluto puntare sui canti, le musiche ed i talenti di cui il Salento è sempre stato ricco, conservando e tramandando un patrimonio culturale inestimabile. E’ opportuno inoltre sottolineare come, ancora una volta, abbiamo dimostrato, in un periodo di profonda crisi economica, di saper intercettare risorse esterne da investire nella cultura e sul territorio. L’archivio sonoro, accanto ai libri, sarà una risorsa attraente della nostra Biblioteca “Bernardini”, che diventa così ancora di più la “piazza culturale” del Salento”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!