Nubifragio, chiesto lo stato di calamità per Lecce, Brindisi e Taranto

Bari. Alluvione Taranto-Brindisi-Lecce. Positivi gli impegni assunti dall’assessore regionale all’agricoltura Nardoni

Bari. Positivi gli impegni assunti dall’assessore regionale alle Risorse agroalimentari Fabrizio Nardoni nel corso dell’incontro con le Organizzazioni agricole per affrontare l’emergenza che sta vivendo l’agricoltura a seguito degli eventi alluvionali del 7 e 8 ottobre nelle province di Taranto, Brindisi e Lecce. All’incontro, unitamente alle altre organizzazioni, ha partecipato “Agrinsieme Puglia” (Cia, Confagricoltura, Legacoop, Confcooperative, Agci). Al termine dell’incontro le Organizzazioni agricole presenti e l’assessore regionale Nardoni hanno concordato di chiedere: la dichiarazione dello stato di calamità e richiesta di intervento della Protezione Civile a livello Nazionale e Regionale. La perimetrazione dell’area colpita, in modo da individuare con esattezza la tipologia e la percentuale dei danni subiti ed avviare le procedure previste dal Fondo Solidarietà Nazionale e dal Fondi a disposizione della Protezione Civile per il superamento dell’emergenza ed il ripristino delle infrastrutture civile e rurali e delle strutture e scorte aziendali. Ed anche lo sgravio del Governo Nazionale e Regionale per gli oneri fiscali e previdenziali.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!