Tumori, nel Salento un aumento del 5%

Lecce. Il registro tumori registra un aumento del 5 per cento per i tumori al polmone. Se ne discuterà in un convegno dal tema “Ambiente e salute” di Lilt

Lecce. 4000 nuovi casi all'anno di tumori. Lo rivela il dottore Giuseppe Serravezza rendendo noti i dati del registro tumori nella Provincia di Lecce. Dati allarmanti, in crescita il tumore al polmone sopratutto tra gli uomini, un trend in aumento del 5 per cento ogni anno, dati basati su statistiche aggiornate dal 2005 ad oggi. Su questi numeri cercheranno di dare delle risposte durante il convegno “Ambiente e salute” – organizzato dalla Lilt di Lecce domani presso l'università del Salento – sul perchè nel Salento ci si ammala di più di questa neoplasia che altrove. Secondo il direttore del polo oncologico di Casarano e Gallipoli, il dottore Giuseppe Serravezza, la risposta non è solo nell'uso eccessivo del tabacco, ma sopratutto per l'azione cancerogena di molte componenti presenti in prodotti di largo consumo. Cioè quelle sostanze in grado di alterare il ciclo ormonale di molti esseri viventi, umani compresi. Sul sito del Ministero della Salute è presente un decalogo di questi prodotti chiaramente dannosi per la salute. Elementi presenti in cosmetici, detergenti per l'igene personale e tessuti. Un'utile lettura per capire la pericolosità di certe sostanze.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!