Paolo Ciuffi al via a Casarano

Casarano. Partono oggi i sei equipaggi della Casarano Racing al rally dei 5 Comuni. Tra i piloti spicca il nome del toscano Paolo Ciuffi

Saranno sei gli equipaggi della Casarano Racing a prendere parte alla quinta edizione del Rally dei 5 Comuni, in programma per oggi, 28 settembre e domani, domenica 29 settembre. In classe N3, a bordo della sua Renault Clio Rs Light, Emanuele Martina, coadiuvato dal fratello Alessandro, cercherà di dire la sua. Stessa auto per l'equipaggio composto da Michele Serafini e Cristian Quarta che puntano ad un risultato di prestigio in classe A7. In classe N2, il brindisino Daniele Di Totero, con alle note il navigatore leccese Andrea Striani, piloterà una Opel Corsa Gsi 16v. Sarà, invece, la prima volta assoluta nel mondo rallystico salentino per il duo composto dai fratelli Mirko e Ivan De Matteis di Lecce. I fratelli De Matteis, gareggeranno, in classe A7, a bordo di una Clio Rs Light di loro proprietà. Ai nastri di partenza della quinta edizione del Rally dei 5 Comuni si presenterà anche il pilota e proprietario del team Prf, Flavio Tarantino, coadiuvato da Fabio Cossa. Il duo correrà a bordo di una Renault Clio Williams in classe FA7. Infine, a chiudere la rappresentanza della scuderia casaranese al Rally dei 5 Comini, sarà un nome noto di questa disciplina motoristica. Si tratta di Paolo Ciuffi a bordo di una Mitsubishi Evo IX, in classe R3. Ciuffi è il fondatore di “D6-Scuola di guida sicura e di pilotaggio” inaugurata nel giugno del 2002. Il pilota toscano, in attività dal 1989, con oltre 300 gare disputate e più di 100 vittorie conseguite nelle varie categorie, sarà navigato dal presidente Silvio Tabacchino, che dopo le positive prove al volante degli ultimi anni torna alle note.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!