I concerti-aperitivo: musica classica con degustazione

L'INTERVISTA. Lecce. Cinque appuntamenti domenicali al Multisala Massimo. Ce li presenta il presidente della Camerata Musicale Salentina Gaetano Schirinzi

LECCE – Il primo appuntamento è stato con il ‘Trio Raffaello’: Marco Fiorini, violino, Ivo Scarponi, violoncello, Stefano Scarcella, pianoforte. In programma ci sono cinque incontri, nel corso della Stagione della Camerata Musicale Salentina, tutti alle ore 11.00 nella sala 1 del Multisala Massimo. Un’idea interessante che come dice il presidente della Camerata, l’ingegnere Gaetano Schirinzi rappresenta “un’altra iniziativa per coinvolgere sempre più le famiglie e sopratutto i giovani all’ascolto della musica classica, visti anche i prezzi molto accessibili”. La stagione della Camerata propone diversi concerti e appuntamenti con la danza, al teatro Politeama Greco di Lecce. Una soddisfazione, per il presidente, che non può far a meno di sottolineare come il pubblico sia sempre stato “attento e contento della scelta dei concerti che sino ad oggi abbiamo proposto”. Che cosa si aspetta per i prossimi concerti aperitivo? “Di vedere sempre più volti nuovi in teatro, sguardi, anche giovani, di studenti dal loggione, dove i prezzi sono veramente accessibili”. Che cosa significa concerto aperitivo? “E’ un modo nuovo di presentare la musica classica. Le esecuzioni sono accompagnate da degustazione e questo attira anche quella fetta di pubblico che solitamente non frequenta i teatri”. Quali appuntamenti ci attendono? “Il prossimo sarà il 17 17 febbraio con il ‘Quartetto Italian Sound’ in ‘Tu si ‘na cosa grande per mme’, dedicato alla musica italiana d’autore. Si esibiranno Patty Lomuscio, voce, Davide Santorsola, pianoforte, Luca Alemanno, contrabbasso, Roberto Ottaviano, sax soprano. Il 24 febbraio, sarà la volta di ‘Viaggiando’ e un quintetto, Mauro Liuzzi, pianoforte, Arturo Fato, contrabbasso, Nicola Vacca, batteria, Giovanni Lisi, violino, Michele Marzella, trombone, radong (tuba tibetana) e gong. Ascolteremo generi e stili musicali diversi, elementi colti e popolari, ritmi jazz, canti africani e il tango argentino. Il 3 marzo toccherà ad un duo, Valery Oistrakh al violino e Francesco De Zan al pianoforte, su musiche di Mozart, Beethoven, Vitali, Tchaikovsky, saint-Saens. Il 10 marzo si esibirà Giuseppe Albanese al pianoforte, con musiche di Mozart, Beethoven, Debussy e Rachmaninov. Saranno cinque mattinate musicali, molto piacevoli, anche per la scelta dei musicisti e dei programmi”. E’ possibile acquistare l’abbonamento a tutti e 5 i concerti.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!