L’orchestra del Salento apre le iscrizioni

Potranno partecipare all’evento tutti i giovani salentini di età compresa tra i 15e 25 anni. La direzione è affidata a Claudio Prima

Lecce. Aperte le iscrizioni per la giovane orchestra del Salento. L’ Orchestra ha coinvolto negli ultimi 2 anni più di 150 ragazzi dai 15 ai 25 anni di età in un progetto di orchestra dedita all’inclusione e all’arte dell’incontro. L’orchestra accoglie musicisti di ogni provenienza musicale e con ogni grado di conoscenza dello strumento e dà la possibilità ai ragazzi di intervenire nelle fasi creative e progettuali. La direzione è affidata a Claudio Prima mentre l'orchestrazione e gli arrangiamenti sono di Emanuele Coluccia. L’orchestra ha in cantiere anche il progetto “Arcipelago” cioè dei progetti inediti che diffondano le modalità utilizzate nella creazione della Giovane Orchestra del Salento. Questi nuovi gruppi saranno gestiti da alcuni membri della Giovane Orchestra supportati da Claudio Prima ed Emanuele Coluccia. I gruppi accoglieranno numerosi ragazzi provenienti da tutto il Salento e saranno collocati in aree strategiche, particolarmente ricche di giovani musicisti. “I gruppi, fanno sapere gli organizzatori, potranno quindi iniziare a comunicare all’interno dell’arcipelago, scambiando esperienze, mutuando suggerimenti e idee, confrontando i risultati ottenuti. I parametri di confronto e di crescita saranno la capacità di integrazione e di inclusione, la dedizione alla sperimentazione e all’apertura del raggio d’azione della musica composta ed eseguita”. Il progetto è supportato dell’Amministrazione comunale di Castrignano dè Greci, nella persona del Sindaco dott. Antonio Zacheo e dell’Assessore alla cultura Paolo Paticchio. Tutte le info su www.giovaneorchestra.com

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!