Doppio sequestro dei Noe per un mega impianto fotovoltaico nel brindisino

Ancora un sequestro di campi fotovoltaici nel brindisino, questa volta i carabinieri del Noe hanno riconfermato i sigilli che avevano messo un anno fa

Brindisi.Doppio sequestro dei carabinieri del Noe in un campo fotovoltaico a San Donaci. Qualche giorno fa l’operazione “Black out” aveva decapitato una cinquantina di aziende del settore per aver percepito illecitamente dei finanziamenti statali, il nuovo sequestro a San Donaci segue un ricorso per Cassazione inoltrato dalla Procura della repubblica di Brindisi contro il dissequestro degli impianti su cui i carabinieri avevano apposto i sigilli il 20 giugno 2012. Le strutture furono poi dissequestrate dal Tribunale del riesame di Brindisi il 17 luglio 2012. Le motivazioni del sequestro è sempre lo stesso: elusioni delle norme in materia. Le proprietarie del mega impianto del valore di circa 35 milioni di euro, esteso su una superficie di circa venti ettari sono: “Mt2007”, “Ecopower”, “Geos”, “Girasole”, “Rinnova”, “S-Energia”, “Soleil”. Secondo le disposizioni della Procura, si provvedera’ a staccare gli impianti dal collegamento alla rete elettrica con conseguente blocco della produzione di energia, conconseguente stop all'erogazione degli incentivi economici previsti dalla legge.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!