Mattone su mattone: le strutture socio sanitarie pugliesi

Non c’è territorio che non conosca investimenti. La Regione amministrata da Nichi Vendola è un gigantesco cantiere funzionale all'ammodernamento della rete sanitaria.

Centro Diurno psichiatrico “Cunegonda”: ristrutturazione e riqualificazione mercato Bari di Via Don Gnocchi da destinare a Centro diurno a Bari nel quartiere San Paolo, Via Don Gnocchi. Beneficiario: ASL Bari – Dipartimento Salute Mentale, 30 utenti ospitabili per un costo totale di 100.000,00€. Il progetto ha consentito la completa ristrutturazione e rifunzionalizzazione dell’ex complesso del mercato, nonché le rifiniture interne, gli adeguamenti ed le dotazioni impiantistiche. L’intero lay-out funzionale, è stato studiato in modo da rispondere ai requisiti normativi strutturali e tecnologici per l’accreditamento delle strutture sanitarie. Sono stati curati, inoltre, spazi dedicati ad attività esterne: cucine per catering, laboratori, sala conferenze, al fine di promuovere azioni rivolte all’integrazione sociale e all’inserimento lavorativo degli stessi ospiti che frequentano il Centro. Centro diurno per videolesi “Messeni Locazio”: lavori di adeguamento e messa a norma – Centro diurno Socio-Educativo e Riabilitativo per Videolesi Pluriminorati a Rutigliano (Bari), beneficiario Amministrazione Provinciale di Bari, per un costo totale di 764.395,72€ Si sono realizzati principalmente i seguenti lavori: – rampe per il superamento delle barriere architettoniche; realizzazione di una scala di emergenza; porte antincendio; guide tattili per disabili; indicatori visivi di pendenza sulla pavimentazione delle rampe e corrimani a doppio tubolare; centrale telefonica adattata per non vedenti ed ipovedenti e rete per 50 utenti; – impermealizzazione di tutti i lastri solari; rifacimento dell’intonaco esterno; sostituzione di porte e infissi esterni; tinteggiatura aule e uffici con la colorazione rispondente alle condizioni visive degli ipovedenti; installazione di condizionatori; verniciatura ringhiere e cancelli esterni con smalto coprente; – fornitura di attrezzature informatiche e supporti digitali; n.2 Pulmini; mobili ed arredi. Centro diurno per disabili “Crisalide”: centro diurno socio educativo e riabilitativo per disabili a Bitonto (Bari), beneficiario ZIP.h Società cooperativa Sociale, 30 utenti ospitabili per un costo totale di 408.764,00. L’intervento è consistito nella ristrutturazione di un’ala dell’Asp “Maria Cristina di Savoia” di Bitonto, data in concessione 25 anni alla cooperativa al fine di consentirvi il trasferimento del Centro Diurno, già esistente in altra zona della città. Dal punto di vista strutturale, si sono sostenute spese relative a: – Opere murarie, – Impianti generali; – Arredi e attrezzature; – Allestimento e cucina; – Allestimento zona fisioterapica e riabilitativa; – Allestimento zona attività. Istituto Maschile San Giuseppe: Home and Community Care Services– Residenza sociosanitaria per anziani a Canosa di Puglia (Barletta-Andria-Trani), beneficiario Istituto Maschile San Giuseppe, 47 utenti ospitabili per un costo totale di 1.011.539,16€. L’iniziativa ha previsto non solo il recupero e la ristrutturazione di un edificio storico, ma ha mirato al miglioramento quali-quantitativo della vita degli utenti grazie ai servizi pensati per il target d’utenza. La struttura iscritta al registro regionale delle strutture per anziani ai sensi dell’art. 66 del R.R. 4/2007 prevede alloggio e assistenza agli anziani, anche portatori di handicap funzionali della deambulazione, ivi compreso il vitto e la fornitura di servizi sanitari di presidio e terapie della riabilitazione motoria post traumatica e non. Palazzone: adeguamento dello stabile denominato “Palazzone” per accogliere Servizi distrettuali e territoriali, a Marina di Ginosa (Taranto), beneficiario ASL Taranto, per un costo totale di 1.300.000,00€. – Riprogettazione, riqualificazione e ristrutturazione del fabbricato, garantendo il mantenimento degli attuali prospetti esterni; – Consolidamento e risanamento statico, igienico ed impiantistico dell’intero edificio nonché adeguamento alla norma di prevenzione incendi mediante installazione di scala di emergenza; – Abbattimento delle barriere architettoniche; – Installazione di impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica a servizio della struttura sanitaria; – Dotazione tecnologica di base. Azienda Sanitaria Locale Brindisi: installazione TAC e mini RNM “Artroscan”, per uso prevalentemente territoriale, presso il presidio ospedaliero A. Perrino, Ostuni – Fasano ex S.O. Ceglie M.ca – Francavilla F.na, beneficiario ASL Brindisi per un costo totale di 2.718.980,00€. – Fornitura “chiavi in mano” n.4 TAC (1 da 32 slices e 3 da 16 slices) per gli stabilimenti ospedalieri di Fasano, Ceglie M.ca, Brindisi, Ostuni; – Fornitura di n.2 mini rnm del tipo “artroscan” per gli stabilimenti ospedalieri di Ostuni e Francavilla Fontana. Tutte le installazioni si intendono comprese di relative opere edili, impiantistiche e proteximetriche necessarie. Struttura residenziale per disabili “Eridano dopo di noi”: comunità socio-riabilitativa per disabili adulti, a Brindisi, beneficiario Società Cooperativa Sociale Onlus ERIDANO, per un costo totale di 208.870,58€. L’intervento si inserisce in un più ampio intervento di riqualificazione dell’immobile “Istituto Margiotta” progettato dalla Cooperativa Eridano per realizzare a Brindisi un polo all’avanguardia per l’integrazione sociale e lavorativa dei soggetti svantaggiati ed in particolar modo dei disabili. Nello specifico “Eridano Dopo di Noi” è consistito nell’adeguamento funzionale di una porzione di immobile al fine di autorizzare una comunità socio-riabilitativa finalizzata a garantire una vita quotidiana significativa, sicura e soddisfacente a persone con limitata o a autonomia che per diversi motivi non possano più essere assistiti dalla famiglia. Dipartimento di Salute Mentale: riqualificazione della ex Scuola Infermieri per allocazione servizi Distrettuali e poliambulatorio, a Galatina (Lecce), beneficiario ASL Lecce, per un costo totale di 1.200.000,00€. Lavori di ristrutturazione dell’Ex Scuola Infermieri di Galatina, edificio di metà ‘800. I lavori hanno previsto il totale rifacimento della struttura interna ed esterna con pieno rispetto delle caratteristiche architettoniche precedenti. L’intervento attiene anche all’ammodernamento degli arredi e delle attrezzature. Centro Diurno “Casa di Betania”: centro diurno per anziani, a Tricase (Lecce), beneficiario Pia Fondazione di Culto e di Religione Card. G. Panico, 40 utenti ospitabili per un costo totale di 675.000,00€. Finalità dell’intervento: strutturare e rendere fruibile un innovativo modello di presa in carico dei soggetti anziani che possa non solo soddisfare i fabbisogni di assistenza ma soprattutto preservarne l’autonomia attraverso approcci integrati multidisciplinari orientati sia ad aspetti relazionali e partecipativi, sia ad aspetti connessi alla prevenzione/contenimento del rischio di patologie. Le attività ed i servizi disponibili: – Animazione e attività ludiche, culturali e sociali; – Attività riabilitative e di riattivazione cognitiva e motoria; – Assistenza sanitaria: consulenza geriatrica, assistenza infermieristica; – Assistenza alla persona: bagni assistiti, servizio parrucchiere, podologia; – Consulenza sulle risorse offerte dai Servizi socio-sanitari presenti sul territorio e di raccordo operativo. Poliambulatorio Casa della Salute: a Sannicola (Lecce), beneficiario: ASL Lecce per un costo totale: 1.000.000,00€. La struttura di proprietà comunale, è stata ristrutturata dalla Asl ed è ora pronta ad ospitare una serie di servizi tra i quali Guardia Medica, Centro prelievi, Ambulatorio di riabilitazione per casi complessi, Sportello Cup e ticket ambulatori, vaccinazioni, ortopedia e reumatologia (dotati di Moc), cardiologia, fisiatria, attività consultori ali, attività libero professionali, nonché il Punto unico di accesso, istituito per facilitare l’approccio del cittadino al servizio sociosanitario e per indirizzarlo alle strutture più adatte a soddisfare le sue esigenze. Il centro della struttura è rappresentato dal consultorio e dal Centro di accompagnamento alla nascita per le madri e i nascituri.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!