La veglia di Ulisse in anteprima assoluta

Lo spettacolo di Astragali Teatro a Lecce

Si svolgerà nell’intera notte tra il 3 e il 4 marzo “Ulysses’gramophone – the Wake”, lo spettacolo teatrale, per la regia di Fabio Tolledi. In scena attori italiani, albanesi, ciprioti e maltesi

E’ “Ulysses’gramophone – the Wake”, la veglia di Ulisse, lo spettacolo che Astràgali Teatro presenta in anteprima assoluta a Lecce (presso il teatro di via Giuseppe Candido 23). Uno spettacolo, per la regia di Fabio Tolledi, che si svolgerà nell’intera notte tra il 3 e il 4 marzo, con inizio alle ore 23, e che vedrà in scena attori italiani, albanesi, ciprioti, maltesi. “Ulysses’gramophone-the Wake” è il risultato di un lungo lavoro che si è svolto nel Mediterraneo all’interno del progetto “Le rotte di Ulisse – per una critica della violenza”, realizzato da Astràgali Teatro con il supporto del programma dell’Unione europea “Cultura 2000”, che, nel suo intero percorso per il Mediterraneo ha coinvolto Italia, Grecia, Cipro, Malta, Albania, Turchia, proponendo una riflessione, attraverso gli strumenti del teatro, sull’orrore della guerra e del suo fondamento, la violenza che ancora segna questo mare. Per farlo ha scelto di utilizzare il mito di Ulisse, in una riscrittura dell’Odissea e dell’Ulisse di Joyce, partendo da una visione critica e alternativa dell’uomo-simbolo dell’erranza e del viaggio, personificazione di una ricerca di conoscenza nonché di dominio. Mediterraneo è il viaggio di Ulisse, tra terra e mare, tra le sue coste frastagliate, nella straordinaria fioritura di isole, da Ogigia, l’isola di Calipso, a Scheria, la terra dei Feaci, alla Sicilia o alla sua stessa Itaca. Nel suo incessante tentativo del ritorno si radica anche il suo istinto di prevaricazione e violenza su terre e genti altre da sé. La miseria di Ulisse è la miseria della guerra e dell’atto guerresco che egli porta in sé e che lo condanna all’irrequietezza anche nei luoghi di pacificazione. “Ulysses’gramophone – preparing the Wake” è uno spettacolo ciclico, che ha proposto nei vari luoghi coinvolti nel suo percorso mediterraneo diversi episodi dell’Odissea, i quali confluiranno nella notte tra il 3 e il 4 marzo nella veglia di Ulisse, dove la compagnia di Astragàli teatro insieme ad un gruppo selezionato di attrici e attori provenienti da Albania, Cipro, Malta, darà vita ad un evento spettacolare, in un intreccio di immagini, voci, suggestioni, culture diverse, corroborato dal filo rosso del multilinguismo e da un’idea di condivisione che apre uno sguardo, attraverso Omero-Joyce, alla complessità della contemporaneità, alla molteplicità e al sincretismo culturale mediterraneo, fondamento dell’incontro attraverso il teatro. Prendono parte a “Ulysses’gramophone – the Wake”: Adelina Muça, Antonio Palumbo, Elena Hadjiafxendi, Eleonice Mastria, Enton Kaça, Fatima Sai, Gaetano Fidanza, Ivano Gorgoni, Marion Pascali, Maria Michael, Iula Marzulli, Lenia Gadaleta, Loredana Gjeçi, Manuela Mastria, Neophytos Neophytou, Roberta Quarta, Rovena Lule, Serena Stifani, Victor Jacono. Immagini Gianluca Costantini. Musiche Mauro Tre. Regia Fabio Tolledi. Prenotazione obbligatoria. Posti limitati. Info 0832 306194.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!