Navigabile, tappa a Casalabate

Casalabate. Nuovo imbarco per i ragazzi diversamente abili che partecipano al progetto della Provincia. Seconda tappa delle nove in programma

CASALABATE – Vele spiegate per “Navigabile 2013” il progetto realizzato dall’assessorato alle Politiche sociali e Pari opportunità della Provincia di Lecce e dalla Lega Navale Italiana – Circoscrizione Puglia Sud e Basilicata Jonica, in collaborazione con gli Ambiti territoriali sociali provinciali. Domenica 14 luglio l’imbarcazione con a bordo ragazzi diversamente abili salperà da Casalabate, seconda tappa delle nove in programma per questa quarta edizione del progetto partito il 7 luglio scorso da San Foca. Avviata grazie al Protocollo d’intesa siglato nel 2010, l’iniziativa è stata fortemente voluta e sostenuta dall’assessore provinciale alle Politiche sociali Filomena D’Antini Solero convinta che “esperienze di contatto diretto con la natura possano avere straordinarie capacità terapeutiche per persone che hanno particolari difficoltà e fragilità”. Con “Navigabile 2013” decine di ragazzi e ragazze diversamente abili hanno l’opportunità di salire a bordo di imbarcazioni messe a disposizione dai soci della Lega navale, per conoscere da vicino il mare con le sue meravigliose risorse e vivere l’emozione di solcarlo, guidati da esperti in navigazione. Il tutto con il coinvolgimento delle rispettive famiglie. I prossimi appuntamenti lungo la costa ionica ed adriatica sono: il 21 luglio a Otranto, il 28 luglio a Frigole, il 4 agosto a Porto Cesareo, il 17 e il 18 agosto a Torre San Giovanni, il 25 agosto a Tricase, l’1 settembre a Santa Maria di Leuca e l’8 settembre a Gallipoli.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!