Carnevale della fantasia. Ultima edizione ‘vecchio stampo’

Casarano. Dal 2012 il carnevale cittadino cambierà. L’Amministrazione punta a dare all’evento un’identità precisa. Ed è polemica

CASARANO – La XIV edizione del “Carnevale della Fantasia”, organizzato dall’associazione “Amici del Carnevale” con il patrocinio del Comune di Casarano e della Provincia e con la collaborazione di alcuni sponsor, si svolgerà il 6 e l’8 marzo prossimi. La macchina organizzativa è avviata da tempo e i protagonisti delle sfilate sono al lavoro per presentare al meglio la loro proposta. Quella di quest’anno potrebbe, però, essere l’ultima edizione con l’attuale schema. Palazzo dei Domenicani, infatti, nell’ultimo incontro con gli organizzatori ha ribadito la volontà di cambiare l’identità della manifestazione già dal 2012. L’obiettivo dell’amministrazione comunale è quella di individuare una identificazione precisa, anche per distinguere il Carnevale casaranese dalle altre manifestazioni che si svolgono in ogni comune salentino. “Il nostro obiettivo – spiega la vice sindaco Francesca Fersino – è quello di dare una caratterizzazione diversa al nostro Carnevale. Agli organizzatori abbiamo proposto di dare avvio a uno studio delle nostre tradizioni, che hanno una storia abbastanza lunga, con un apposito comitato, anche facendo una ricerca storica del Carnevale casaranese”. Palazzo dei Domenicani, inoltre, non vorrebbe una manifestazione limitata alle sfilate, ma insiste nell’organizzare eventi collaterali, come una festa che coinvolga tutta la cittadinanza. Pare di capire che l’amministrazione comunale vorrebbe un Carnevale improntato sui gruppi mascherati, escludendo i carri allegorici che, ogni anno, provengono da altri Comuni e da altre sfilate. L’associazione “Amici del presepe”, tuttavia, avrebbe già fatto sapere al sindaco, Ivan De Masi, di non essere d’accordo con queste proposte. E’ un discorso che si affronterà il prossimo anno, nell’edizione 2011 del “Carnevale della Fantasia” è stata introdotta una novità per quanto riguarda i gruppi mascherati, la categoria più partecipata della manifestazione. Anzi, la novità è proprio lo sdoppiamento di questa categoria: gruppi mascherati con più di 80 figuranti e gruppi mascherati fino a 80 partecipanti. I gruppi più numerosi si contenderanno sei premi in denaro che vanno da 2.100 (1° classificato) a 500 euro (6°); i premi dell’altra categoria dei gruppi oscilleranno tra 800 euro e 200 euro. La preparazione dei gruppi mascherati, che dovrebbero essere almeno 12, coinvolge da mesi associazioni, gruppi e parrocchie della città e dei paesi vicini. Tra i gruppi si segnala la presenza dell’associazione “Nova Vita” che punta ad arrivare a 200 figuranti, dell’associazione “Comunità Sorgente” di Racale (saranno almeno 100), così come della scuola di danza “La Perla”. Ci sarà anche un gruppo da Gagliano del Capo insieme alle parrocchie cittadine del Sacro Cuore, del Cuore Immacolato, dei SS. Giuseppe e Pio e dell’Immacolata.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati