William e Kate, figlio in Uk, alberi a Lecce

Lecce. Quando l’erede al trono di Inghilterra vedrà la luce, gli studenti del “Costa” pianteranno nei giardini pubblici leccesi piante in suo onore

LECCE – C’è chi dice che nascerà tra il 13 ed il 15 luglio, c’è chi invece ipotizza che anticiperà di qualche giorno (e quindi sarebbe molto imminente) e c’è chi addirittura dice che se ne parlerà dopo il 18. sulla data di nascita del figlio dei Duchi di Cambridge, William e Kate non c’è certezza. Di certo c’è che appena vedrà la luce il nuovo erede al trono del Regno Unito, in Italia, e precisamente nella città di Lecce, i promotori di “Pro Salento”, studenti dell’Istituto “Galilei – Costa” insieme a Francesco Pacella, assessore al turismo e all’agricoltura della Provincia di Lecce, in nome ed in onore del “royal baby”, pianteranno alcune giovanissime piante nei giardini pubblici della città di Lecce. E’ un’iniziativa che prende il nome di “Thank_Uk”; si tratta di un gesto simbolico e rappresenta il modo con cui la Puglia salentina intende ringraziare il popolo britannico per il crescente interesse che sta dimostrando nei confronti di questo angolo di territorio. Negli ultimi anni, infatti, la Gran Bretagna ed il mondo anglosassone in genere è sempre più presente e coinvolto e dimostra di apprezzare profondamente l’ospitalità, l’arte, la natura, il mare, la ruralità, l’enogastronomia e la tipica “slow life” del Salento e della Puglia. Si va dall’acquisto di immobili storici nei comuni e nelle campagne (esempi eclatanti sono l’antica masseria acquistata dalla stella del cinema e premio Oscar Helen Mirren, l’ex convento convertito in B&B da parte di Lord Alistair McAlpine e l’acquisto di un appartamento in un palazzo ottocentesco da parte della conduttrice tv Amanda Lamb) alla sempre più numerosa pubblicazione di articoli sui media anglosassoni, all’incremento della quantità di prodotti agroalimentari richiesti ed importati in Uk e, infine, alla positiva crescita delle presenze turistiche, tanto che è da un po’ di tempo che si sente parlare di “Salentoshire”, ossia della nuova meta preferita dagli inglesi dopo il “Chantishire” in Toscana. Il singolare gesto è un augurio speciale rivolto sia al bebè che alle piante: che possano crescere sani e forti e continuare a rappresentare con grande onore e dignità i rispettivi territori. A condividere e supportare l’emblematico gesto, oltre agli organi della scuola rappresentati dalla dirigente Addolorata Mazzotta e alla consulenza professionale dell’agronomo Antonio Bruno, vi è il sindaco di Lecce Paolo Perrone, che ha concesso l’utilizzo dell’importante area verde cittadina. Non esiste un appuntamento preciso per l’evento: data e ora dipendono dalla nascita del piccolo lord inglese. Ma chiunque lo voglia può prendere parte all’iniziativa. Subito dopo l’annuncio della nascita reale, i promotori dirameranno una nota con la comunicazione di data e ora in cui saranno fisicamente piantati gli alberelli. A partecipare all’evento sono invitati tutti, amministratori locali, cittadinanza, media e chiunque abbia voglia di essere presente e vivere in prima persona un'originale e bella esperienza. Per ricevere un invito via mail, con luogo, data e ora esatta dell’iniziativa, è sufficiente inviare un messaggio avente per oggetto “Voglio esserci” all’indirizzo [email protected]

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!