Checco Moriero ritorna a casa

Lecce. Francesco Moriero, detto Checco, è il nuovo allenatore del Lecce

Francesco Moriero, detto Checco, è il nuovo allenatore del Lecce. La famiglia Tesoro ha proposto all'ex centrocampista (giallorosso dal 1985 al 1992) un contratto annuale per il prossimo campionato di Lega Pro. In caso di promozione in serie B, il mister potrà esercitare un'opzione per il secondo anno. Il comunicato ufficiale dell'U.S. Lecce “comunica che la conduzione tecnica della 1^ squadra è stata affidata all'allenatore Francesco Moriero, che verrà presentato alla stampa domani, lunedì 1 luglio, alle ore 09.30, presso la sala stampa “Sergio Vantaggiato” dello stadio Via del Mare». 25 giugno 2013 E' la bandiera dell'Unione Sportiva. Nel 1986 esordisce in serie B e diventa un protagonista della stagione d'oro del Lecce di Fascetti e Mazzone. I tifosi lo vorrebbero sulla panchina dei giallorossi Carmine Gautieri tentenna, alla ricerca di una collocazione di maggiore prestigio, e così potrebbe essere Francesco Moriero il nuovo allenatore del Lecce per la stagione 2013-14 di Lega Pro. Si attendono dettagli su una formale proposta di contratto che potrebbe avere durata biennale. Secondo l'anticipazione di Sportitalia, nella tarda serata di ieri Moriero è stato a cena nella villa del presidente Tesoro a Torre Lapillo. Checco Moriero è da sempre l'idolo della tifoseria salentina. Non ha mai rinnegato le sue origini e l'amore per la maglia. Anche il trasferimento al Cagliari nel 1992 fu non fu vissuto come un “tradimento” ma come la legittima ambizione di un talentuoso calciatore di sviluppare la propria carriera. E infatti di lì a poco, l'ala destra salentina si trasferì alla Roma dove visse tre stagioni da grande campione, conquistando anche la Nazionale. Da allenatore Moriero ha avuto un inizio di carriera piuttosto altalenante, legando il suo nome ad alcuni successi del Grosseto, società dalla quale ha chiesto la rescissione anticipata del contratto lo scorso 30 maggio. NELLA FOTO (tratta dall'archivio dell'uslecce.it) un giovanissimo Moriero in una foto del 1987

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!