Cardiochirurgia d'eccellenza in Puglia

Bari. Presso l'ospedale Santa Maria è stato effettuato ieri il primo intervento in Italia di Tavi di seconda generazione. Merito dei dottori Cassese e Contegiacomo

Presso il dipartimento cardiovascolare dell’Ospedale convenzionato “Santa Maria” di Bari si pratica da anni l'impianto della valvola aortica percutanea (TAVI). Con l'arrivo nell'autunno 2012 del nuovo primario dott. Mauro Cassese, e del suo staff di cardiochirurghi, questa “eccellenza” della clinica barese ha compiuto un ulteriore salto di qualità, affiancandosi alla già ampia esperienza del dott. Gaetano Contegiacomo, direttore della cardiologia interventistica. Oggi, per la prima volta in Italia, è stata infatti impiantata su due pazienti di 82 e 81 anni con gravi forme di stenosi aortica, una valvola transcatetere di seconda generazione per via trans apicale. Questa innovativa protesi (denominata Engager), dopo anni di sperimentazioni in Europa, ha recentemente ottenuto la certificazione CE, dopo aver condotto uno studio sperimentale in Germania durato tre mesi. L'intervento di oggi rappresentava pertanto la prima “uscita” ufficiale di questo nuovo impianto valvolare. La TAVI è un’alternativa più sicura e meno invasiva al tradizionale intervento chirurgico a cuore aperto, effettuato tramite sternotomia (ovvero l’apertura del torace), arresto dell’attività cardiaca e circolazione extracorporea. In parole semplici, l'intervento consente di accedere al cuore attraverso una piccola incisione intercostale che, attraverso il ventricolo sinistro, conduce direttamente all’interno della valvola cardiaca degenerata, dove la protesi viene impiantata. La valvola è composta di tessuto naturale ottenuto dal cuore di un bovino. I lembi che controllano il flusso sanguigno della valvola cardiaca sono fissati ad una struttura flessibile ed autoespandibile per il necessario supporto. Finora però questa tecnica era riservata esclusivamente ai pazienti inoperabili a causa dell'età o della gravità del quadro clinico. La TAVI di seconda generazione ha due caratteristiche tecniche che consentono di ampliare enormemente la platea dei potenziali beneficiari di questa tecnica: 1) la percezione tattile del chirurgo nell'ancorare la valvola è molto superiore rispetto alla Tavi di prima generazione (non dimentichiamo che si tratta di un intervento video assistito in cui il chirurgo opera attraverso sofisticate strumentazioni, senza mettere fisicamente le mani nel petto del paziente); 2) si riduce sostanzialmente l'incidenza dei leak periprotesici, una delle complicanze più diffuse. Bari e l'intera Puglia sono orgogliose di affermare che, il successo dell'operazione di oggi, consente di offrire una concrete speranza di guarigione alle migliaia di persone che soffrono di stenosi aortica severa.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!