Simona Manca sostiene la Notte della taranta

Lecce. L'assessora alla cultura della Provincia: 'Quest'anno proponiamo un appuntamento capace di coniugare cultura e solidarietà'

“Anche quest’anno sosteniamo con convinzione il festival “Notte della Taranta”, nonostante le difficoltà economiche oggettive con le quali ci stiamo confrontando e il clima di incertezza istituzionale che il nostro ente sta vivendo. La Provincia di Lecce c’è e supporta come sempre un progetto culturale capace di parlare di noi e far parlare di noi, mettendo in luce tutti elementi che caratterizzano il dna dei salentini”, ha dichiarato oggi in conferenza stampa di presentazione dell’evento, che si è svolta a Roma presso l’Associazione della Stampa Estera in Italia, la vice presidente ed assessore alla Cultura della Provincia di Lecce Simona Manca. “La scelta di essere presenti con questa XVI edizione anche a Taranto, con una anteprima della “Notte della Taranta”, va interpretata come la volontà di puntare i riflettori della stampa nazionale su una città che vive una forte conflittualità e che rischia una vera e propria implosione sociale”. “I salentini sono persone di cultura e dal gran cuore, capaci di essere affianco di chi ha bisogno con semplicità, con piccoli ma significativi gesti. E’ in questo senso va letta l’idea di proporre un concerto nella città di Taranto, una città deturpata nella sua bellezza, in cui i conflitti sociali sono forti e, per la quale, le istituzioni non riescono ancor oggi a prospettare un’idea di futuro in cui la qualità della vita non debba essere compromessa da una sicurezza economica”, ha proseguito Simona Manca. “La “Notte della Taranta”, ideata sedici anni fa, è un festival in cui le tradizioni e le culture sonore si incontrano per fondersi e dare vita ad un qualcosa di unico. Ogni anno questa kermesse ha la capacità di reinventarsi e riproporsi in modo irripetibile. Tutti i maestri che negli anni si sono succeduti sono stati gli ispiratori di queste continue e sorprendenti mutazioni e sono certa che, anche quest’anno, il maestro Giovanni Sollima saprà raccogliere la preziosa eredità che ha lasciato l’esperienza del maestro Bregovic, proponendo uno spettacolo che ancora una volta saprà stupirci”, ha concluso la vice presidente ed assessore alla Cultura Simona Manca.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment