Gautieri scalda i motori per il Lecce

Lecce. Si fa il nome di Carmine Gautieri per la panchina giallorossa. L'ex allenatore del Lanciano ha prima portato gli abruzzesi in B e poi li ha fatti salvare

Potrebbe essere Carmine Gautieri il prossimo allenatore del Lecce. Dopo l'annuncio di “repulisti” da parte di Antonio Tesoro, si parla di una rivoluzione nella squadra con la conferma di 3/4 calciatori ed una squadra da ricostruire dalle fondamenta attorno alle esigenze di un allenatore giovane. Pupillo di Zeman che nel 1997, da calciatore, lo volle fortissimamente alla Roma, Gautieri ha avuto una carriera interessante sul campo: Empoli, Turris, Cesena, e soprattutto Bari con cui ottiene la promozione in Serie A ed esordisce nella massima serie l'anno successivo, contribuendo alla salvezza della formazione pugliese allenata da Giuseppe Materazzi. Rimane al Bari fino al 1996, quando in seguito alla retrocessione in Serie B viene ingaggiato in scadenza di contratto dal Perugia. Poi il passaggio alla Roma (per 4 miliardi di lire, al tempo una cifra di tutto rispetto) e la fine della carriera da giocatore con il Piacenza. Da allenatore Gautieri ha ancora tutto da dimostrare, con un'unica esperienza di successo con gli abbruzzesi del Lanciano, con cui ottiene la promozione in Serie B (la prima nella storia del Lanciano), dopo i play-off vinti contro il Trapani. Nel 2012 la società gli rinnova il contratto per altri due anni. Ma quest'anno, dopo aver centrato una storica salvezza nel campionato cadetto, rescinde il suo contratto con il Lanciano. Gautieri è quindi svincolato da contratti e pronto per una nuova avventura in Lega Pro. Sul fronte comproprietà, sono ancora tre quelle non risolte che riguardano la società giallorossa: Ledian Memushaj (con Chievo Verona), Antonio Mazzotta (con Crotone) e Giacomo Ligorio (con L'Aquila). Entro questa sera si dovrà trovare una soluzione negoziale, altrimenti si farà ricorso alle buste. Con accordi consensuali è stata già risolta la compartecipazione del calciatore Davide Speziale, che rientra all'A.C. Milan e dell'attaccante Daniele Corvia, per il quale il Brescia Calcio ha esercitato il diritto di riscatto dell'intero cartellino (Corvia è dunque del Brescia a titolo definitivo).

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!