Se ti scappa vicino al Teatro…

Lecce. L’assessore Andrea Guido ha disposto la rimozione dei bagni ecologici posizionati nei pressi del Teatro Romano, dopo i danneggiamenti degli ultimi giorni

LECCE – Niente più bagni ecologici in via del Teatro Romano. E’ stato lo stesso assessore alle Politiche Ambientali, Andrea Guido, a motivare la decisione: “Meno di meno settimane fa con i miei collaboratori tracciai la mappa di quelli che sono diventati veri e propri orinatoi abusivi a cielo aperto del centro storico predisponendo la collocazione di ben cinque batterie di bagni proprio nei siti presi di mira. Ma l’incivile comportamento di alcuni è ormai degenerato in atti di vandalismo vero e proprio, visti i danni riportati dalle postazioni installate in via del Teatro Romano, proprio a ridosso del famoso sito archeologico”. Guido ha così disposto di rimuovere i bagni ecologici anticipando già da ora che non intende tornare indietro sui suoi passi. Tuttavia, il problema del decoro resta. “Intendo rivolgere intanto un appello – ha aggiunto Guido -: non è giusto che per colpa di pochi stupidi e incivili si debba mettere a rischio l’intera immagine della città o, addirittura, la salubrità delle corti e delle viuzze barocche più nascoste. E’ vergognoso. Se dopo questo mio ultimo appello a cambierà, darò il via ai controlli notturni da parte di vigili e ispettori ambientali, con tutte le conseguenze annesse”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!