Amore omo

Per chi era, alla fine, quella canzone di Elton John e Bernie Taupin?

La fortuna di “Your Song” è vecchia, però recentemente deve forse qualcosa a questa celebre ripresa cinematografica. Ma la destinataria bionda (in scena anche qui) ci fa glissare su un dettaglio della prima strofa. È buffo, ma io non sono di quelli che sanno nascondere i propri sentimenti; se avessi i soldi, ragazzo, comprerei una casa abbastanza grande per andarci a vivere con te. Fu scritta alla fine degli anni ’60, Elton John e il paroliere Bernie Taupin erano ancora squattrinati e vivevano in casa dei genitori di Elton. Eppure certi sentimenti sembravano buffi non solo perché un ragazzo voleva vivere con un altro ragazzo, ma perché erano gli anni in cui la famiglia borghese andava abbattuta in nome di nuove forme di vita intima e sociale. Per un’astuzia (o fregatura) della storia, oggi gli omosessuali fanno paura proprio ai difensori storici dei valori della famiglia. Ragionevolmente chiedono la casa popolare e la monogamia imperfetta in carta bollata, come i neri che al Cotton Club aspiravano a entrare dalla porta dei clienti e non da quella degli artisti. Perché ogni diritto negato è sempre un diritto alla banalità. E il papa questa partita l’ha vinta, ma ancora non lo sa.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!