Tennis: Galatina batte il Ct Milano. Playoff più vicini

Galatina. Vero e proprio miracolo salentino, ora sotto con le “Pleiadi di Torino”

GALATINA – Vittoria storica del Tennis Galatina su un temibile avversario come il “Bonacossa” di Milano. Questo importante risultato, anche considerando che Gubbio e Torino, le due dirette pretendenti del Galatina, hanno pareggiato per 3 a 3, lascia ben sperare per il prosieguo del campionato di serie B. Nel primo singolare, il greco Paris Gemouchidis, ha battuto il forte Fabio Colangelo. Un insuperabile Francesco Piccari ha battuto il romano Giulio Torroni per 6-3 6-3. Altra prestazione straordinaria, quella del galatinese d'adozione Antonio Pepe che ha confermato di essere di un giocatore di eccellenza, in una partita quasi infinita durata più di tre ore e mezzo ha battuto Stefano Parini in tre set con il punteggio di 7-6, 4-6 e 6-4. Ultima segnalazione per il galatinese doc, Filippo Stasi, che insieme a Paris Gemouchidis, ha vinto in rimonta un difficilissimo doppio contro Fabio Colangelo (ex 140 al mondo nel doppio) e Fabio Tonello con il risultato di 4-6, 6-4 e 6-0. Un gongolante Giovanni Stasi, presidente “C.T. Galatina”, esprime grande soddisfazione e sottolinea la prova di carattere dimostrata in campo e la grande compattezza della squadra: “E' questa la Galatina sportiva che volevamo ed ha risposto alla grande. Ora l'imperativo è battersi con le unghie e con i denti nel durissimo scontro di domenica prossima contro il Torino e cercare di recuperare dei punti importantissimi che ci permetterebbero di accedere direttamente alla fase dei playoff. Giocheremo in casa loro, ma affronteremo la sfida come se fosse una finale”. Un successo pieno, dunque, anche nel punteggio, frutto di prestazioni praticamente perfette. In vista, a questo punto, per la squadra salentina, la lunghissima trasferta di Torino per ottenere una vittoria a tutti i costi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!