Surfcasting: al via i campionati italiani

Ugento. Sfida tra le onde del mare Ionio e trionfo dell’A.S.D Terra d’Otranto

ph: Giovanni Evangelista In occasione del campionato italiano di Surf Casting, le spiagge salentine si sono trasformate in un campo di gara per 180 atleti che sono accorsi da tutta Italia per guadagnarsi il pregiato titolo di “campione italiano”. Il responsabile della comunicazione per la FIPSAS, il Dott. Sarti è intervenuto durante la manifestazione sottolineando l'importanza di coltivare e dare sempre più spazio a questo sport. Significativa è l’ intenzione della dirigenza di aprire nuove commissioni sportive specifiche per disciplina al fine di consentire una collaborazione più importante con garisti e team. La kermesse sportiva, svolta nel rispetto del “catch and Release”, si è disputata tra la spiaggia di Torre San Giovanni e quella di Pescoluse. Molti appassionati e curiosi hanno seguito una gara resa ancora più impegnativa dal drastico calo di temperature della sera e che ha visto gareggiare ben sessanta squadre, provenienti da tutt’Italia e ognuna formata da quattro concorrenti. I vincitori (1° di settore su 6 settori) della prima fase di gara sono stati: APS Martina Franca; ASD Sassi Casting Matera; Team Etna Fish; ASD Ernest Hemingway; ASD Terra D'Otranto; APSD Predator Team. La seconda giornata del Campionato, svoltasi sotto un sole molto caldo, è stato aperta dal COLMIC Day, un momento di aggiornamento e prova sulle nuove attrezzature ed in cui le giovanissime leve hanno primeggiato dimostrando grande esperienza al pari degli atleti più esperti. Il podio è stato aggiudicato da Stella Michele, Iannilli Simone, Pagliara Massimo dell’A.S.D. Team Terra D'Otranto.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment